All Posts By

admin

antipasti piatto unico

Focaccia barese

Aprile 29, 2020

Domenica sera mi sono cimentata nella focaccia barese. La conoscete? è un lievitato tipico della città di Bari fatto con farina, sale, lievito, olio e acqua con l’aggiunta di patate nell’impasto. Ha i bordi alti e croccanti, è molto morbida, si cuoce in una teglia di forma rotonda e si condisce con pomodorini e olive nere (io accingo anche i filetti di alici perché li adoro). Per me è buonissima e devo dire che la patata da quel tocco in più.

Ingredienti:
12 gr di lievito di birra fresco o 4 g di lievito di birra disidratato o 100 gr di lievito madre
100 gr di semola rimacinata di grano duro
150 gr di farina 0
175 ml di acqua (io uso quella in cui ho lessato la patata)
100 gr di patate
5 gr di sale fino
15 ml di olio extravergine d’oliva

per farcire:
200 gr di pomodori ciliegino
10 olive taggiasche
origano q.b.
sale fino q.b.
olio extravergine d’oliva per ungere la teglia e condire la superficie

Lessare una patata da 100 gr. Non buttate l’acqua di cottura della patata. Passate il tubero nello schiacciapatate.
Versare la farina e la semola in una planetaria (o in una ciotola, per poi impastare a mano). Aggiungere la patata schiacciata e il lievito sciolto in un goccio di acqua (presa dal totale). Sciogliere il sale nella restante acqua tiepida. Incorporare il liquido alle polveri un po’ alla volta, facendo partire la planetaria a bassa velocità. In ultimo, aggiungere l’olio. Aumentare la velocità della planetaria e impastare per 15 minuti. Quando l’impasto si staccherà bene dalla ciotola e sarà liscio ed elastico, allora si potrà fermare il macchinario. Portare l’impasto su un piano di lavoro e continuare a impastare fino a creare una palla. Non usare un piano in legno per evitare che l’olio macchi il materiale. Prendere un vassoio, oliarlo e lasciare l’impasto a lievitare a temperatura ambiente, senza coprirlo per almeno 4 ore (8-12 ore sarebbe meglio). Stendere l’impasto in una teglia da 32 cm. Cospargerla d’olio con le mani o con un pennello. Mettere l’impasto al centro e schiacciarlo con le dita per stenderlo in tutta la teglia. Condire la focaccia, aggiungendo i pomodorini con le mani: in questo modo succo e semi coleranno sulla superficie. Disporli a testa in giù. Aggiungere le olive, il sale, l’origano e l’olio. Preriscaldare il forno alla massima potenza in modalità statica. Infornare la focaccia per 20 minuti. Alla fine si avrà una focaccia alta circa 1,5 cm, croccante.

dolce

Pangoccioli

Aprile 27, 2020

Nel weekend mi sono cimentata nel preparare i pangoccioli ma in una versione abbastanza leggera e devo dire che il risultato è ottimo. Sono senza burro e con poco zucchero, però ho abbondato di gocce di cioccolato fondente che adoro.
Se siete amanti di questi dolcetti da colazione e merenda vi consiglio di provarli perché sono davvero ottimi (a mio parare inzuppati nel cappuccino al mattino sono il massimo). Ho utilizzato farina 00 e integrale, se volete potete usare la solo 00.

Ingredienti per circa 8-10 pangoccioli:
6 gr Lievito di birra fresco
1 cucchiaio di miele
75 ml di acqua
125 gr di farina 00
175 gr di farina integrale
75 gr di latte (va bene anche latte vegetale) 
30 gr di zucchero
1 bustina vanillina 
1 cucchiaio di olio
1 uovo 
100 gr di gocce di cioccolato fondente

Iniziate facendo il lienitino: in una terrina unire il lievito sbriciolato e il miele all’acqua tiepida, aggiungere 50 gr di farina 00 (presi dal totale), mescolare e lasciar riposare 30 minuti.

Aggiungere al lievitino il latte tiepido, l’olio, l’uovo, lo zucchero e la vanillina, quindi amalgamare il tutto.

Aggiungere a più riprese le due farine, versare le gocce di cioccolato e impastare per bene fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo. Coprire con la pellicola trasparente e far lievitare almeno 2 ore.

Trasferire l’impasto sulla spianatoia e lavorarlo ancora un pò, quindi formare i panini dividendo l’impasto in pezzi da circa 70-80 grammi l’uno e porli ben distanziati sulla teglia, precedentemente ricoperta di carta forno.
Coprire con un panno e lasciar lievitare almeno altri 30 minuti. 

Spennellare con un tuorlo e infornare a 180° per 15-20 minuti.

dolce

Madeleine

Aprile 6, 2020

Un dolcetto tipico delle pasticceria francese: le madeleine, sono dei teneri biscotti che possono vantare la descrizione di uno degli scrittori più famosi del mondo, Prosut, che così ne parlava: “dolci corti e paffuti, chiamati maddalene…”.
Qui la ricetta che ho preso da una cara amica e che vi riporto.
Li ho resi super golosi intingendoli nel cioccolato fondente e poi nella granella di nocciole. Ovviamente potete mangiarli lisci oppure potete sbizzarrirvi decorandoli con la granella che più vi piace, di pistacchio, di cocco, di noci, in alternativa aggiungere nell’impasto le gocce di cioccolato o immergerli nella marmellata. Io la prima volta li ho ricoperti di burro di arachidi. Una delizia.

Ingredienti
3 uova
80 gr di zucchero
1 cucchiaino di miele
120 gr di farina 00
100 gr di burro
1 cucchiaino di lievito per dolci
buccia grattugiata di un limone biologico
100 gr di cioccolato fondente
granella di nocciole q.b.

Iniziate a montare le uova con lo zucchero finché non avrete un composto bello chiaro e gonfio; io uso una planetaria ma anche le fruste elettriche andranno benissimo.
Aggiungete la farina e il lievito setacciato, mescolate ancora e poi aggiungete il burro fuso e mescolate accuratamente. Unite anche il cucchiaino di miele e la scorza del limone grattugiato.

Versate l’impasto in un contenitore e fate riposare in frigorifero per almeno due orette. Io non avevo 2 ore e l’ho lasciato per 1 sola. Sono venute bene ma se riuscite a rispettare i tempi di riposo è meglio.

Imburrate e infarinate lo stampo per fare le madeleine. Versate una noce di impasto in ogni formina e infornate a 200°C per circa 10 minuti

Sfornate le madeleine e toglietele subito dallo stampo, mettendole a raffreddare su una gratella. 

Sciogliete il cioccolato a bagnomaria e immergete una parte delle vostre madeleine e poi passatele nella granella di nocciole.

dolce

Crostatine con crema di carote

Aprile 4, 2020

Queste settimane di quarantena non mi tolgono la voglia di dolce… anzi. Ma per non esagerare troppo con zuccheri e grassi ho optato per queste crostatine che hanno una base di frolla all’olio e acqua e una finta crema di carote. Io ho usato le farine che avevo in casa. Ho quindi mixato la farina 00 e la grano saraceno. Il cuore a base da carote e farina di mandorle è davvero delizioso. Con queste dosi verranno 4 crostatine. Se vorrete fare un’unica torta/crostata raddoppiate pure le dosi. Se volete renderle davvero sfiziose sulla base della frolla stendete un velo di marmellata.

INGREDIENTI per 4 crostatine:
per la frolla
170 gr di farina
70 gr di zucchero
40 ml di acqua
40 ml di olio (io uso quello di cocco, ma anche di semi va benissimo)
1 pizzico di lievito
scorza di mezzo limone

per la farcia
1 uovo
60 gr di carote
50 gr di zucchero
20 gr di olio (io uso quello di cocco, ma anche di semi va benissimo)
20 gr di farina
20 gr di farina di mandorle

Iniziate a preparare la frolla sciogliendo nell’acqua lo zucchero. Aggiungete l’olio e la farina all’acqua zuccherata, scorza di limone, quindi mescolate bene, fino a creare un impasto liscio che farete riposare per circa mezz’ora in frigorifero.

nel mentre preparate la farcia: grattugiate finemente le carote, montate l’uovo con lo zucchero. Senza smettere di montare aggiungete l’olio a filo e infine la farina. Arricchite la farcia con la farina di mandorle e le carote tritate. Amalgamate molto bene.

Ora stendete la frolla e rivestite 4 stampi per crostatine. Riempite le frolle con la farcia e decorate con la restate frolla.
Infornate a 180 gradi per circa 30 minuti.

dolce

Girelle di Brioches

Marzo 28, 2020

Era da un po’ che volevo fare delle brioches fatte in casa, ma i lunghi tempi di lievitazione mi hanno sempre costretta a rimandare. In questi giorni di quarantena il tempo certo non manca e mi sono cimentata nella ricetta di Tiziana Ricciardi. Io ho dimezzato le quantità e così facendo sono venute 6 girelle. le ho farcite con crema pasticciera e gocce di cioccolato e altre con crema e marmellata. La cosa fantastica? sono super soffici e golose e soprattutto senza burro. Provatele perché meritano davvero!

Ingredienti per 6 brioches
100 gr di farina manitoba
150 gr di farina 00
85 ml di latte tiepido
55 ml di acqua
90 gr di zucchero
1 tuorlo
5 gr di lievito fresco
1 pizzico di sale

per la crema pasticcera
10 gr di farina 00
15 gr di zucchero
75 ml di latte
1 tuorlo

gocce di cioccolato q.b.
marmellata q.b

per spennellare
1 albume 
2 cucchiai di zucchero al velo
granella di zucchero q.b.

In una planetaria o in una ciotola unite la farina manitoba con il lievito sciolto nel latte tiepido, mescolate e fate lievitare per circa 1 ora in forno spento, solo con la luce accesa. Quando avrà raddoppiato il suo volume aggiungete la farina 00, lo zucchero, l’acqua, il tuorlo ed il pizzico di sale e impastate per qualche minuto. Coprite la ciotola con della pellicola trasparente e fate lievitare, in un luogo tiepido lontano da correnti d’aria, sino al raddoppio.

Nel frattempo preparate la crema pasticcera, mescolate il tuorlo con lo zucchero sino ad ottenere un composto omogeneo e ben amalgamato, aggiungete poco alla volta la farina setacciata. Portate a bollore il latte, toglietelo dal fuoco e versatelo a filo sul composto e mescolate in continuazione per evitare che si formino grumi; rimettete la crema sul fuoco e portate a ebollizione continuando a mescolare spesso, togliete subito dal fuoco e versate in una ciotola affinché si raffreddi.

Una volta che l’impasto sarà ben lievitato, lo stendete su di un piano infarinato formando un rettangolo. Spalmate sopra la metà del rettangolo la crema pasticcera e distribuite le gocce di cioccolato. Io in nell’ultima parte del rettangolo ho messo la marmellata.

Ricavate 8 strisce e ripiegate ognuna su se stessa facendo aderire le due superfici a contatto. Attorcigliate le strisce su se stesse e avvolgetele a chiocciola, ponete le brioches su una teglia rivestita da carta da forno e fate lievitare nuovamente per circa 40 min o sino a quando le vedrete più gonfie.  Spennellatele, con un pennello da cucina, con l’albume sbattuto assieme allo zucchero e infine mettete la granella di zucchero. Infornate a 170° C  per circa 20/25min sino a quando la superficie non sarà dorata.

dolce

Plumcake al caffè e fondente

Marzo 15, 2020

Altro giorno altra ricetta. Questa volta vi propongo un plumcake al caffè e cioccolato fondente ideale per le vostre colazioni (e non solo… qui è andato a ruba anche dopo pranzo). È una ricetta leggera e semplice , poi se siete amanti del caffè, vi consiglio di abbondare con i cicchi in superficie, quando scrocchiano in bocca rilasciano un sapore davvero super.

INGREDIENTI:
350 gr Caffè della moka
400 gr Farina 00
100 gr Olio di cocco (anche quello di semi di girasole va bene)
150 gr Zucchero
16 g Lievito in polvere per dolci
150 gr Cioccolato fondente
PER LA GLASSA (facoltativa)
160 gr Zucchero a velo
25 gr Caffè della moka
Chicchi di caffè q.b.

Iniziate a preparate il caffè lungo con la moka e lasciate intiepidire. Prendete una ciotola capiente e versate la farina il lievito e lo zucchero. Incorporate anche l’olio di cocco e 350 g di caffè intiepidito, mescolate il composto con una frusta a mano fino a quando non risulterà omogeneo.
Tritate grossolanamente il cioccolato fondente, quindi versatelo nell’impasto e mescolate. Imburrate e infarinate uno stampo per plumcake e versate dentro il composto. Cuocete in forno statico preriscaldato a 190° per 20 minuti. Trascorso questo tempo abbassate la temperatura a 160° e proseguite la cottura per altri 45 minuti. Sfornate il plumcake al caffè e lasciatelo intiepidire, quindi sformatelo e lasciate raffreddare completamente.

Intanto preparate la glassa al caffè: in una ciotola versate lo zucchero a velo e i 25 g di caffè rimasti. La glassa al caffè è facoltativa, se volete un tocco di dolcezza in più vi consiglio di farla.

Immancabili però sono i chicchi di caffe finali da posizionare in superficie. Vi assicuro che conferiranno quel tocco in più al dolce.

primi

Gnocchi di zucca

Marzo 10, 2020

L’unione fa la forza. Quindi daje Italia 🇮🇹 rispettiamo le regole e andiamo avanti!
Io nel dubbio cucino 😅 voi che fate? I Ferragnez la loro parte la stanno facendo. Ho apprezzato tantissimo la loro iniziativa, cerchiamo tutti dare una mano! Quindi godiamoci un po’ queste mura domestiche. Oggi vi lascio la ricetta dei miei gnocchi di zucca… a me piacciono tantissimo, se siete amanti della zucca provateli perché li adorerete.

Ingredienti per 5 persone circa:
1 kg di zucca
200 gr di farina 00
1 uovo
noce moscata q.b.
sale e pepe q.b.
50 gr di burro circa
salvia

Lessare la zucca in pochissima acqua (io l’ho cotta in pentola a pressione) passarla allo schiacciapatate (importante quando fate questa operazione è fare la prima mezza schiacciata nel lavandino. Vedrete che inizialmente la zucca schiacciata rilascerà un po’ di acqua), salate aggiungete la noce moscata, l’uovo e la farina.
Girate il tutto con un cucchiaio di legno.
Il composto rimarrà piuttosto colloso.

Mettete sul fuoco una pentola a pressione con abbondante acqua salata. Far raggiungere il bollore, salate e cuocete gli gnocchi a cucchiai (se bagnate il cucchiaio il composto scivolerà meglio).
Scolate i gnocchetti quando affiorano e poneteli in una teglia imburrata. Passateli al forno per 10 minuti in modalità grill.

Rosolate burro e salvia e condire gli gnocchi con una spolverata di parmigiano. Una vera delizia.

dolce

Torta senza sensi di colpa alla barbabietola

Marzo 7, 2020

Auguri a tutte noi D O N N E!
Oggi è la nostra festa quindi direi che ci meritiamo una bella fetta di torta. Io vi propongo un dolce che mangerete con gioia perché ha un colore che appaga gli occhi e una sapore che sicuramente vi conquisterà, la cosa più bella? Che potete mangiare una generosa fetta senza troppo sensi di colpa; è leggera ma vi assicuro che vi piacerà.

Ingredienti:
2 barbabietole rosse precotte (piccoline)
2 Mele
2 Uova
250 gr di farina integrale
50 gzucchero di canna integrale
150 mlspremuta d’arancia (+ scorza grattugiata, sono circa 2 arance)
10 glievito per dolci

per guarnire:
granella di nocciole
un mucchio di marmellata
acqua qb

Sbucciare 2 piccole barbabietole rosse (precotte) e tagliarle a pezzetti, sbucciare anche due mele. Porre sia le barbabietole sia le mele nel mixer, avviarlo fino a ridurre tutto in poltiglia.

In una coppa montare due uova con 50 g di zucchero integrale, porre all’interno la scorza grattugiata dell’arancia e i 150 ml di succo precedentemente spremuto. Amalgamare, unire poi il mix di barbabietola e mele, 10 g di lievito per dolci e 250 g di farina integrale. Mescolare bene.

Foderare una teglia a forma di cuore con carta forno e versare il composto.

Cuocere in forno statico preriscaldato a 180° per circa 40 minuti.

Una volta sfornata e fatta freddare, sulla superficie spennellate la marmellata stemperata con un goccio d’acqua e la granella di nocciole finale.

dolce

Crostata alla frutta

Marzo 2, 2020

Ed eccomi con la torta di compleanno che ho preparato per le mia nipotina settimana scorsa. Voi direte una semplice crostata di frutta e crema… Ebbene sì, ma vi assicuro che richiesta da lei in persona per festeggiare il suo compleanno non ha prezzo. Ha reso questa torta la più buona in assoluto 🙂
di seguito la mia ricetta.

Ingredienti:
PER LA PASTA FROLLA:
2 Tuorli
250 gr Farina 00
Baccello di vaniglia 1
100 gr Zucchero
150 gr Burro freddo

PER LA CREMA PASTICCERA AL LIMONE:
100 gr Zucchero
4 Tuorli
500 ml Latte intero
40 gr Amido di mais (maizena)
20 gr Farina 00
scorza di mezzo limone

FRUTTA
a piacere. Io ho scelto
2 kiwi
500 gr di fragole
200 gr tra lamponi e more

PER LUCIDARE
Confettura di albicocche 50 g
Acqua 10 g

Iniziate con la preparazione della frolla.
impastate velocemente gli ingredienti e una volta formato il panetto fate riposare in frigorifero per circa 30 minuti.

Nel frattempo preparate la crema pasticcera versando in un pentolino il latte e la scorza di mezzo limone, per ricavarla utilizzate un pelaverdure. Portate il latte a sfiorare il bollore e nel frattempo versate i tuorli in una ciotola, aggiungete lo zucchero e mescolate rapidamente con una spatola o con una frusta. Aggiungete anche l’amido di mais e la farina, setacciati insieme e mescolate nuovamente.
Quando il latte sfiorerà il bollore eliminate la scorza di limone e versatene un pò nel composto di tuorli, mescolando rapidamente per stemperarlo. A questo punto versate nuovamente nel pentolino con il latte, mescolate e riportate sul fuoco. Lasciate addensare la vostra crema pasticcera, mescolando di continuo; la crema sarà pronta quando affioreranno le bolle in superficie. Fatela raffreddare.

Prendete la pasta frolla, stendetela su una spianatoia leggermente infarinata e ponetela sulla tortiera circolare del diametro di 24 cm.
Fate aderire bene la frolla allo stampo e tagliate con un coltellino la pasta in eccesso che fuoriesce dai bordi. Bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta. Coprite la frolla con un disco di carta forno e poi rovesciateci dentro delle sfere di ceramica (o dei ceci/fagioli secchi) che terranno la pasta schiacciata e in forma durante la cottura.
Cuocete in forno statico preriscaldato a 170° per circa 15 minuti. Sfornate la base di frolla, eliminate le sfere e la carta e infornatela di nuovo per 15 minuti, in modo che si colorisca e si asciughi anche il fondo, dopodiché estraetela definitivamente e lasciatela raffreddare su di una gratella. Prendete la crema pasticcera, ormai fredda, e rendetela di nuovo vellutata sbattendola con uno sbattitore per qualche minuto.
Coprite la base di frolla con la crema. Tagliate la frutta e posizionatela sopra la crema.

Stemperate la confettura di albicocca con l’acqua e con un pennello da cucina, spennellate la superficie della vostra crostata con il composto ottenuto, ponete la crostata di frutta in frigorifero per almeno 2 ore prima di servirla.



primi

Cremosa alla zucca e uova di quaglia

Febbraio 18, 2020

Martedì sera, torno dal lavoro dopo una giornata full e ho proprio voglia di preparami una cena sana ed equilibrata. 

Corro ai fornelli e metto sul fuoco la mia cremosa Aurora dei Cuochi di Ninfa a base di zucca, carota e curcuma. Avete già provato le Cremose dei Cuochi di Ninfa? Io le trovo davvero pratiche e molto buone, hanno ingredienti sani e per nulla scontati, per questo mi piace cucinarle e personalizzarle per creare piatti alternativi.

Ho voluto abbinare la cremosa ad una proteina che completasse il piatto e ho scelto le uova di quaglia e qualche noce pecan per dare la giusta nota croccante. Che dire un piatto davvero buono e sano. A dimenticavo… il tocco finale è fato dalle zeste di limone che lasciano una freschezza in bocca davvero super.

Ingredienti per 2 persone
1 confezione di Aurora
4 uova di quaglia
Curcuma qb
Olio qb
Noci pecan qb

Cuocere le uova di quaglia in acqua bollente per 4 minuti finché risultano sode. Sbucciatele e conditele con olio e un pizzico di curcuma.
Scaldate in una pentola Aurora finché raggiunge il bollore.
Tostate 80 gr di noci pecan in padella.
Servite la cremosa con le uova, le noci e una generosa grattugiata di buccia di limone.