Browsing Category

primi

piatto unico primi

Zuppetta fredda al sedano

Giugno 30, 2019

Eccomi con la mia ricetta estiva: la zuppetta fredda al sedano, un piatto unico delicato che io adoro. L’aspro del limone abbinato alla dolcezza del sedano e alla croccantezza delle nocciole e noci rendono questo semplice piatto davvero buono! Mi raccomando se avete dei crostini dorati da aggiungere ancora meglio. A volte aggiungo cubetti di feta a freddo. Buona appetito!

Ingredienti per 2 persone:

1 mazzo di sedano
4 cipollati
il succo di mezzo limone
1 spicchio d’aglio
olio q.b.
pepe q.b.
noccioli e noci q.b.

Scaldate 2 cucchiai di olio con l’aglio e i cipollati tagliati finemente, soffriggete per pochi minuti. Sfumate con il succo di mezzo limone e mescolate.

Aggiungete il sedano tagliato fine, aggiustate di sale e pepe e mezzo bicchiere d’acqua d’acqua. Lasciate cuocere per circa 10 minuti.

Frullate il tutto e fate raffreddare. Nel mentre tostate la granella di nocciole e le noci. Servite la zappetta di sedano con qualche foglia di basilico e il trito di frutta secca.

Buona appetito!

primi

Vellutata di ceci e feta

Dicembre 20, 2018

Iniziamo le cene detox pre Natale. Questa sera vellutata ai ceci con cubetti di feta e pepe con l’aiuto del mio Cook Processor Artisan di KitchenAid. è facilissimo: preparo gli ingredienti aziono il mio robot e il gioco è fatto.

Se siete interessati al robot con il codice KALIT18 nell’apposita sezione del sito KitchenAid dedicata allo shopping online, avrete diritto a uno sconto del 20% su tutti i prodotti all’interno della gamma di piccoli del Brand.


Ingredienti
1 cipolla grande, pelata e tagliata
500 g di ceci in scatola sgocciolati
1 L di brodo vegetale
feta q.b.
pepe
prezzemolo q.b.

Inserire nella pentola la lama ’MultiBlade’. Aggiungere cipolla. Chiudere il coperchio. Premere per 5 secondi su Pulse. Selezionare BOLLIRE P2 e premere Start. Sul display comparirà Passo 1. Premere Start per confermare.

Successivamente versare gli altri ingredienti nella pentola (ad eccezione della feta). Richiudere il coperchio rimuovendo però il tappo. Premere Start.

Raggiungere gradualmente la velocità 10 e azionare per 1 o 2 minuti. Aggiungere pepe, prezzemolo fresco e cubetti di feta a piacere e servire calda.

primi

Risotto zucca e limone

Novembre 29, 2018

Adoro la zucca, nei dolci, per contorno, cremosa come vellutata ma soprattutto come ingrediente base nei risotti. Oggi è la protagonista, insieme all’agrume per eccellenza, il limone, del mio risotto autunnale. La dolcezza della zucca abbinata al sapore più aspro del limone creano un primo piatto delicato e con un retrogusto particolare gustoso, che porterà l’Autunno nelle vostre papille gustative. Il tocco in più? La scorzetta del limone finale grazie alla mia grattuggia a lama fine about Microplane. Venite a scoprire l’intera gamma. Microplane è azienda leader nelle grattugge professionali e non solo. Con una storia di oltre 20 anni alle spalle, l’esperienza ma anche l’innovazione sono due punti cardine dell’azienda.

Ingredienti per 4 persone
500 gr di riso Carnaroli
1 limone spremuto e la sua scorza
1 cipolla
Mezzo bicchiere di vino bianco
250 gr Zucca a cubetti
1 litro circa di brodo vegetale
Sale e pepe q.b.
olio evo q.b.

Iniziate con la preparazione della zucca. Lavatela, eliminate la buccia, i semi e filamenti interni e ponetela in pentola con un filo d’olio e mezza cipolla. Lasciate cuocere per circa 10/15 minuti fino quando risulta morbida (se serve aggiungete un mestolo di brodo).

In una casseruola soffriggete la cipolla tagliata fine con l’olio, aggiungete il riso e tostatelo per circa un minuto, sfumate con il vino e fatelo assorbire. Aggiungete la zucca ormai cotta e bagnate con il brodo vegetale e mezzo limone spremuto. A cottura ultimata mantecare con il restatante succo di limone. Servite con una generosa grattuggiata di scorza di limone e qualche foglia di timo fresco.

primi

Malfatti ricotta e spinaci

Ottobre 12, 2018

La passata di pomodoro è uno dei punti forti della cucina siciliana e direi più in grande, di quella italiana. Nella mia dispensa non può mai mancare, se poi è di pomodoro e datterino ancora meglio. È ideale per condire un semplice piatto di pasta, in accompagnamento a pesce, carne e verdure. Oggi ve la propongo nella sua purezza:  passata di pomodoro e datterino Agromonte. Il suo gusto intenso e il suo sapore deciso si accompagneranno benissimo ai miei malfatti di ricotta e spinaci.

Ingredienti:
spinaci freschi 700 gr
passata di pomodoro e datterino Agromonte 520 gr
ricotta 350
1 uovo
parmigiano 70 gr
farina 00 2 cucchiai + un po’ per infarinarli
noce moscata qb
sale e pepe q.b
olio qb

Iniziate con il sugo: in una pentola preparate un soffritto di cipolle e fate cuocere la passata di pomodoro e datterino Agromonte per circa mezz’ora. A fine cottura aggiungete delle foglie di basilico fresco.

Nel mentre dedicatevi ai malfatti. Lavate e cuocete in una pentola capiente gli spinaci (la sola acqua di lavaggio è sufficiente per la cottura). Schiacciateli in un colino per eliminare l’acqua in eccesso. Unite agli spinaci la ricotta, l’uovo, il parmigiano, sale, pepe, noce moscata e farina. Mescolate il tutto per bene.

Mescolate il tutto per bene. Con l’aiuto di un cucchiaio formate i malfatti, passateli nella farina e poneteli su una teglia rivestita da carta forno.

Con l’aiuto di un cucchiaio formate i malfatti, passateli nella farina e poneteli su una teglia rivestita da carta forno. Cuocete i malfatti in abbondante acqua salata bollente. Non appena salgono a galla sono pronti.

Distribuite in un piatto il sugo al pomodoro e sopra i malfatti. Un filo d’olio, una spolverata di parmigiano e il piatto è pronto.

primi

Vellutata di piselli e gamberoni

Marzo 31, 2018

A chi non capitano i giorni in cui si è di corsa e si ha poco tempo da dedicare alla cena? Alzi la mano chi vorrebbe un aiutante ai fornelli… ecco io l’ho trovato: Cook Processor Artisan di KitchenAid. Un robot che affetta, trita, sbatte, mescola, cuoce, impasta… insomma un ottimo aiutante per tutti i giorni.

E… solo per voi e per ora tutto Aprile, con il codice KALIT18 nell’apposita sezione del sito KitchenAid dedicata allo shopping online, avrete diritto a uno sconto del 20% su tutti i prodotti all’interno della gamma di piccoli elettrodomestici del Brand.

Oggi vi consiglio un ottimo entreé per il vostro pranzo di Pasqua: leggero ma molto appetitoso. Piselli e gamberi sono i protagonisti.
Ecco la ricetta:

INGREDIENTI per circa 3 persone
500 g di piselli novelli
6 gamberoni
1 spicchio d’aglio
vino bianco q.b.
1/2 cipolla rossa
noce moscata q.b.
4 Cucchiai di olio extra vergine di oliva
lamelle di mandorle q.b.
brodo vegetale q.b.
mandorle a lamelle q.b.

STEP 1
Mettere nella pentola il mescolatore con la cipolla, i piselli, la noce moscata, l’olio, il sale e il pepe, posizionare su Stufare P3, impostare manualmente il timer a 15 minuti e premere Start per avviare la cottura.

A parte, in padella scaldare 1 cucchiaio d’olio con l’aglio schiacciato. Far saltare per 5 minuti i gamberi e sfumare con il vino bianco. Lasciare riposare.

STEP 2
Dopo circa 3 minuti che il robot ha iniziato la cottura, sostituire il mescolatore con la lama. Chiudere il coperchio e premere Start per proseguire la cottura. Controllare che i piselli non siano troppo asciutti ed eventualmente aggiungere un po’ di acqua (io ho aggiunto un bicchiere di brodo vegetale). Gli ultimi 30 secondi mettere la potenza della lama al massimo cosi da ottenere una crema. Impiattare completando con i gamberi, un pizzico di prezzemolo e mandorle a lamelle.
Buon appetito e buona pasqua a tutti!!

primi

Vellutata di zucca

Ottobre 29, 2017

In questo periodo dell’anno siamo circondati da zucche tra Halloween e l’autunno. La vellutata è sicuramente una delle ricette più indicate e a mio parere più buone per cucinarla.

Ingredienti
1 kg di zucca
Brodo vegetale q.b.
Olio extravergine d’oliva q.b.
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Noce moscata q.b.
Zenzero fresco q.b.
Caprino q.b.
Semi di zucca q.b.
Allora q.b.

Tagliate la zucca a pezzetti, privandola della buccia e posizionatela in pentola a pressione con qualche foglia d’alloro. Unite il brodo vegetale (un paio di bicchieri) e un pizzico di sale grosso. Chiudete la pentola e fatela cuocere per 20 minuti dal fischio.
Una volta trascorso il tempo aprite la pentola e frullate il tutto. Aggiustate di sale, il pepe e la noce moscata.
Servire bollente con caprino fresco, un filo d’olio a crudo, semi di zucca e una grattugiata di zenzero fresco.

piatto unico primi

Lasagne ai carciofi provola e taleggio

Febbraio 28, 2017
Lasagne ai carciofi provola e taleggio

Ieri sera ospiti a cena. Volevo preparare un piatto unico ed ho pensato ad una lasagna. Alla Bolognese? Buone ma scontate; al pesto e patate? Fatte e rifatte.
Al mercato agricolo ho trovato dei carciofi freschissimi e allora lasagne ai carciofi siano.
Per dare un tocco sfizioso ho aggiunto provala dolce e taleggio.
Il risultato? Il bis è stato richiesto, quindi…direi un successone. Provare per credere!

Lasagne ai carciofi provola e taleggio_Un pizzico di Viola01

Ingredienti per 8 persone

Lasagne all’uovo 250 g
Carciofi 12
Provola 200 g
Taleggio 250 g
Vino bianco 1 bicchiere
Parmigiano reggiano 120 g
Olio extravergine d’oliva 4 cucchiai
Scalogno 1
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.

PER LA BESCIAMELLA
Latte intero 1 l
Farina 5 cucchiai
Burro 1 noce
Sale fino q.b.
Noce moscata q.b.
Parmigiano 2 cucchiai

Per preparare le lasagne ai carciofi, iniziate con la loro pulizia.
Puliteli, togliendo le foglie esterne e le punte e poi tagliateli a fette sottili (assicuratevi di utilizzare solo il cuore). Nel frattempo che procedete con la ricetta, teneteli ammollo in una ciotola d’acqua con un limone tagliato a metà, in modo che non anneriscano. Preparate un trito di scalogno e fatelo soffriggere in una casseruola insieme a 4 cucchiai di olio.
Aggiungete i carciofi tagliati a fettine ben scolati, lasciateli soffriggere a fuoco medio e a metà cottura sfumate con un bicchiere di vino bianco; aggiustate di sale e pepe, quindi terminate la cottura dei carciofi, coprendo la pentola per 10 minuti e aggiungendo mezzo bicchiere di acqua, fino a che non saranno ben teneri.
Mentre i carciofi cuociono dedicatevi alla besciamella. Io la preparo nel microonde: in un contenitore unite il latte e i 5 cucchiai di farina setacciata. Mescolate con una frusta e ponete nel microonde per 6 minuti. Trascorso il tempo girate di nuovo con la frusta e unite la noce di burro. Riponete nel microonde per altri 3 minuti. Rigirate nuovamente con la frusta e rispuntate 3 minuti. Se il composto ha raggiunto la consistenza desiderata unite sale, pepe, noce moscata e il parmigiano. In alternativa fate scaldare per altri 3 minuti fino al raggiungimento della consistenza voluta.
I carciofi intanto saranno pronti.
Tagliate a fette la provola e il taleggio, a cui toglierete la crosta. È tutto pronto per comporre la lasagna: in una pirofila da forno, versate un paio di cucchiai di besciamella adagiate il primo strato di lasagne e ricopritelo con i carciofi, con il parmigiano grattugiato e con le fette di formaggi. Coprite con la besciamella. Quindi proseguite con gli strati fino all’esaurimento degli ingredienti: lasagna, carciofi, formaggi e besciamella. Infine componete l’ultimo strato delle lasagne: ricoprite con besciamella e un cucchiaio di carciofi. Spolverizzato con il parmigiano grattugiato e infornate per 30 minuti a 200 gradi, o fino a che la superficie della pietanza non sarà dorata.

primi

Rigatoni autunnali

Novembre 3, 2016

Si sa…questo è il periodo migliore per le zucche. L’altro giorno ne ho fatta bollire una presa al mercato agricolo (essendo Bio con anche la buccia. Vi assicuro di provarla. Conferisce maggiore consistenza ed è davvero deliziosa). È avanzata qualche fetta. Questa sera per cena avevo voglia di un primo piatto sfizioso… Ho deciso di abbinare la zucca bollita rimasta al cavolo nero e ai porri che avevo in frigorifero, per cucinare una pasta dal condimento autunnale e diverso dal solito.
Provate! Davvero ottima.
rigatoni-autunnali-00
Ingredienti per 4 persone
350 gr di rigatoni
400 gr di cavolo nero
2 porri
qualche fetta di zucca bollita
parmigiano q.b.
mezzo spicchio d’aglio
olio extravergine q.b.
noce moscata q.b.
sale
pepe

Se non avete già la zucca bollita, iniziate a ricavare 3 fette da una zucca e fatele bollire (io per velocità utilizzo la pentola preziose per circa 10 minuti dal fischio).
Lavate il cavolo nero e pulitelo. Eliminate le nervature centrali più grosse e dure. Lessate, per 15 minuti circa, in abbondante acqua bollente salata il cavolo nero e i porri mondati e tagliati in 4.
Scolate i porri e 3/4 di cavolo nero, tritateli grossolanamente insieme al mezzo spicchio d’aglio e riducete il tutto a crema con un frullatore ad immersione. Unire 2 cucchiai d’olio e abbondante pepe nero. Se necessario aggiungere qualche cucchiaio di acqua di cottura.
Nella stessa acqua dove si trova il rimanente cavolo nero aggiungere i rigatoni e portare a cottura. Scolare il tutto e condire con la crema di cavolo e porri.
Aggiungere la zucca lessata (fatta scaldare per qualche minuto in microonde, salata e pepata), un filo d’olio, noce moscata e parmigiano.
Buona cena!

primi

Risotto con zucchine i loro fiori e speck croccante

Luglio 2, 2016

Risotto-con-zucchine-i-suoi-fiori-e-speck-croccante1

Recentemente ho scoperto un vino bianco frizzante proveniente dalle terre del Veneto davvero molto profumato…ottimo per molti piatti: il vino Iseldo Ancestrale.
Per pranzo l’ho utilizzato per preparare un risotto con zucchine, fiori di zucchina e speck croccante…una delizia.

Risotto-con-zucchine-i-suoi-fiori-e-speck-croccante2

Ingredienti per 4 persone

240 g riso
8 piccole zucchine con i suoi fiori di zucchina
1 bicchiere di vino bianco (io ho usato l’Iseldo Ancestrale)
50 g parmigiano
1 scalogno
1 l brodo di verdura
cubetti di speck a piacere

Innanzitutto preparate il brodo di verdura.
Un piccolo segreto? Nel brodo oltre alle classiche verdure (cipolla, sedano, carota) aggiungo mezza zucchina che andrò a frullare nel brodo, una volta cotta, per renderlo ancora più saporito.

Pulite i fiori di zucca lavandoli delicatamente, poi apriteli eliminando i pistilli ed asciugateli, infine affettateli finemente. Tenetene qualcuno intero per la decorazione finale.

In una casseruola fate rosolare lo scalogno con qualche cucchiaio d’olio, quindi aggiungete le zucchine tagliate a rondelle proseguendo la rosolatura a fiamma bassa.
Dopo qualche minuto unite il riso, fatelo tostare e bagnate con vino bianco.
Appena il vino sarà evaporato portate il riso a cottura aggiungendo un mestolo alla volta il brodo, mescolando ogni volta che lo si versa.
A metà cottura aggiungere i fiori di zucca tagliati.

Nel mentre fate abbrustolire i cubetti di speck per qualche minuto.

A cottura completata, spegnete il fuoco e mantecate il riso con una noce di burro e parmigiano.

Servire il riso con i cubetti di speck distribuiti sulla superficie.
Una delizia. Buon appetito!

primi

Polpette al sugo

Aprile 10, 2016

Polpette-al-sugo01

Come ogni domenica che si rispetti mangiare bene (e tanto) è la parola d’ordine.
Oggi polpette al sugo. Una delizia… mangiate sole o con pasta e perché no la polenta sono un piatto unico fantastico.

Ecco la mia ricetta
Polpette-al-sugo03

Ingredienti per circa 10 persone:
Per le polpette
1 kg di carne trita scelta di manzo
70 gr di mollica di pane
110 g circa di salsiccia o qualsiasi affettato che avete in casa (io questa volta ho usato la bologna)
grana 50 g
1 spicchio d’aglio
pepe qb
sale qb
noce moscata qb
qualche ciuffo di prezzemolo
qualche foglia di basilico

per il pomodoro
2 l di passata di pomodoro
2 scalogni
olio qb
qualche foglia di basilico
un pizzico di peperoncino se piace

Iniziate con la preparazione del sugo.
In una casseruola ponete gli scaloni tritati con l’olio e fate andare a fuoco medio per un minuto.
Aggiungete la passata di pomodoro e fate cuocere.

Passiamo ora alle polpette.
In un’ampia ciotola riunite la carne, la mollica del pane e l’aglio tritati, la salsiccia sgranata, il grana, il prezzemolo e il basilico tagliati finemente.
Salate e pepate a piacere. Io aggiungo sempre una bella spolverata di noce moscata o di cumino che da un gusto un po’ speziato alla carne.
Amalgamare bene tutti gli ingredienti, in modo che si mischiano in modo omogeneo.

Formare tante palline (la dimensione è a piacere. Io tendo a non farle molto grandi: dai 2 ai 3 cm di diametro).
Tuffate le polpette nel sugo e fate cuocere per circa un’ora.
Aggiungete qualche foglia di basilico e un pizzico di peperoncino.

Oggi le mangio accompagnate dalla polenta di Storo… buon appetito.