Browsing Category

secondi

secondi

Polpette di vitello con crema al balsamico e ribes

Marzo 20, 2019

Oggi un piatto che sicuramente conquisterà i vostri palati.
Ho preparato delle polpette di vitello arricchite da una salsa di Antonio Aceto Balsamico di Modena Invecchiato IGP Carandini. Io ho scelto l’Aceto Balsamico di Modena IGP Invecchiato Antonio prende il nome dal più antico discendente dei Carandini a cui gli archivi di Famiglia fanno riferimento per la grandi abilità nell’arte della produzione di Aceto Balsamico di Modena. Dal carattere deciso e corposo, invecchiato per almeno tre anni nelle botti Carandini fino a raggiungere la perfetta densità. Ha un sapore agrodolce armonico e bilanciato ed un aroma intenso e persistente.
E’ un prodotto dal sapore ricco da abbinare ai piatti dolci così come quelli salati.

Ingredienti
per le polpette:
500 g di carne macinata di vitello magra
1 uovo
50 g di parmigiano grattugiato
1 cucchiaio di olive denocciolate
1 cucchiaio di capperi
2 filetti di acciughe
basilico qualche foglia
pepe rosa
20 ml di vino bianco
sale e pepe q.b.
la punta di uno spicchio d’aglio
3 foglie di salvia
pangrattato q.b.
olio q.b.

Per la salsa al balsamico:
Antonio Aceto Balsamico di Modena Invecchiato IGP Carandini q.b.
2 rametti di ribes
pepe rosa a piacere

Per il contorno:
400 gr tra broccoli e cavolfiori (io ho utilizzato un mix: bianco, viola, giallo e broccolo romanesco)

Tritate a coltello l’aglio, le olive, i capperi, le acciughe, il basilico e il pepe rosa.

Unitelo alla carne, insieme all’uovo, al parmigiano a 2 cucchiai di pan grattato.

Mischiate il tutto salate e pepate.


Formate le polpette (cercando di farle tutte della stessa misura).


Cuocetele in padella con usa salvia e un filo d’olio. Quando saranno belle dorate sfumatele con mezzo bicchiere di vino e fate asciugare.

Nel mentre cuocete a vapore le verdure, io le preferisco belle croccanti.

Dedicatevi alla salsa. In un pentolino scaldate 30 gr di Antonio Aceto Balsamico di Modena Invecchiato IGP Carandini e unite i ribes e il pepe rosa. Cuocete la salsa per pochi minuti.
Non serve cuocerla troppo perché risulta già piuttosto ristretta. è sufficiente scaldarla per unire il sapore dell’aceto a quello del pepe rosa e dei ribes.

Servite le polpette e le verdure con la crema di balsamico.

secondi

Millefoglie pane carasau, cotechino e porri

Febbraio 28, 2019

E chi lo dice che il cotechino va bene solo a Capodanno? A me capita spesso di prepararlo per il pranzo della domenica ed è sempre molto apprezzato. Oggi vi propongo una ricetta semplice e gustosa: millefoglie scomposta di cotechino del Consorzio Zampone e Cotechino Modena IGP (vi assicuro che è un cotechino precotto super), porri e pane carasau. 

Dopo solo 25 minuti di cottura in acqua bollente, otterrete un cotechino morbidissimo e delicato dove i profumi delle spezie (chiodi di garofano, pepe, noce moscata, cannella e vino) esaltano al meglio la carne.

Ecco la mia ricetta.

Ingredienti:

1 Cotechino Modena IGP
500 gr di porri
6 foglie di cavolo nero 
olio, sale e pepe q.b.
pane carasau q.b.

Iniziate posizionando il cotechino (nella sua confezione ermetica) in abbondante acqua bollente. Lasciate cuocere per 25/30 minuti.

Nel mentre dedicatevi alla preparazione dei porri: tagliateli a rondelle e fateli saltare in padella con un filo d’olio. Unite le foglie di cavolo nero tritate grossolanamente. Cuocete per circa 15 minuti e aggiustate di sale (se occorre, in cottura, aggiungete qualche cucchiaio di acqua)

Scaldate velocemente, su una griglia, il pane carasau.

Trascorso il tempo di cottura del cotechino toglietelo dalla confezione, tagliatelo a fettine e componete la vostra millefoglie: strato di cotechino, poi porri saltati e infine pane carasau. irrorate il cotechino e i porri con il sugo del cotechino.

Buon appetito.

secondi

Straccetti di pollo saporiti

Luglio 22, 2018

Il pollo, grande protagonista di molte mie cene. È buono, sano, economico e soprattutto versatile in cucina.

Oggi ve lo propongo sotto forma di straccetti conditi con una salsa home made saporita. È un piatto estivo che si può gustare sia tiepido che freddo. Io solitamente lo servo con un piatto di verdure grigliate. 

Ingredienti:
500 gr di fettine di pollo
2 pomodori secchi sott’olio
1 cucchiaio di capperi
1 cucchiaio di olive nere
basilico q.b.
prezzemolo q.b.
senape in grani 1 cucchiaino
salsa di soia q.b.
tabasco q.b.
olio evo q.b.

Assottigliate le fettine di pollo con il batticarne.

Cuocetele ai ferri per qualche minuto per lato. Tagliate le fettine a strisce.

Dedicatevi al condimento: tritate a coltello i capperi con i pomodori secchi, le olive, il basilico e il prezzemolo. Unite il trito in una ciotola e aggiungete olio, salsa di soia, senape in grani, tabasco, sale e pepe.

Condite gli stracetti di pollo con il preparato.

Se potete lasciate riposare il pollo in frigo per un mezz’ora in modo che il pollo acquisita tutti i sapori.

Buon appetito.

contorni secondi

Lasagna di zucchine

Aprile 30, 2018

Oggi vi propongo una lasagne di sole zucchine e formaggio. Vi assicuro che è facile e veloce soprattutto perché le zucchine vengono utilizzate da crude. La mi ricetta è basica ma potette sbizzarrirvi aggiungendo l’affettato che più vi piace tra uno strato e l’altro o anche qualche altra verdura (si potrebbero alternare le zucchine alle melanzane)

Ingredienti:
500 gr di zucchine
2 mozzarelle
100 gr di scamorza
100 gr circa di parmigiano grattugiato
farina q.b. (io ho usato quella di ceci)
pan grattato q.b.
olio q.b.
sale e pepe 

Lavate e spuntate le zucchine. Con l’aiuto di una mandolina tagliatele nel senso della lunghezza (2 mm di spessore circa). Infarinatele leggermente con la farina di ceci (anche la 00/manitoba vanno benissimo).

Tagliate a cubetti la scamorza e la mozzarella (quest’ultima fatela asciugare su carta da cucina).

Iniziate a comporre la vostra lasagna di zucchine: ricoprite una teglia con carta forno e un filo d’olio, coprite con un primo strato di zucchine infarinate, successivamente la mozzarella, qualche cubetto di scamorza, una spolverizzata di parmigiano, salate, pepate, aggiungete un pizzico di pan grattato e infine un filo d’olio. Continuate a fare i vari strati della vostra lavagna fino ad esaurire gli ingredienti.

Infornate a 180° per circa 30 minuti (in superficie dovranno essere dorate). 

secondi

Pollo alla cacciatora

Gennaio 4, 2018

Il pollo alla cacciatora è una tipica ricetta toscana di origine contadina, oggi amata e apprezzata in tutta Italia. Adoro il sapore rustico e deciso che assume il pollo avvolto dal pomodoro e la croccantezza delle verdure. Si tratta di una ricetta veloce e buonissima. Solitamente lo accompagno con il purè bello fumante. Buona appetito

Ingredienti:
Pollo 1
CipollA 1
Spicchio di aglio 2
Rosmarino 1 rametto
Alloro qualche foglia
Sedano 2 coste
Carote 2
Vino rosso 1 bicchiere
Peperoncino rosso piccante 2
Pomodoro pelato 2 cucchiai
Salsa di pomodoro pronta 2 cucchiai
Olio extravergine d’oliva q.b.
Sale q.b.
Pepe nero q.b.

Fate rosolare in una casseruola con un generoso giro d’olio extravergine d’oliva la cipolla tritata finemente, l’aglio, il rosmarino e l’alloro.
Nel frattempo eliminate con un pelapatate la parte esterna del gambo del sedano che risulta più fibrosa.
Tagliate il sedano e la carota a tocchetti e unitelo al soffritto.
Quando la cipolla inizia a prendere colore, aggiungete alla casseruola il pollo in pezzi e fateli rosolare bene girandoli di tanto in tanto.
Regolate di sale e di pepe.
Quando i pezzi di pollo avranno cambiato colore in modo uniforme, sfumate con un bicchiere di vino rosso mantenendo la fiamma alta per far evaporare velocemente la parte alcolica.
A questo punto aggiungete i peperoncini lasciandoli interi, 2 cucchiai di pomodoro pelato e 2 cucchiai di salsa di pomodoro.
Mescolate e lasciate cuocere a fiamma bassa per 40-45 minuti a casseruola coperta.
Assaggiate e se necessario aggiungete il sale.
Servite il pollo alla cacciatora bagnandolo con il fondo di cottura e le verdure.

secondi

Polpette di spinaci e ceci

Maggio 10, 2017
Polpette di spinaci e ceci

Le polpette sono sempre un ottimo piatto salva cena. Spinacini freschi e ceci sono alla base di questa ricetta semplice ma molto appetitosa. Ottime per un aperitivo finger food o come secondo da accompagnare a un bel piatto di insalata.

Ingredienti per circa 25/30 polpettine

400 gr di ceci in scatola
400 gr di spinaci freschi
1 scalogno
1 pizzico di aglio
noce moscata q.b.
curcuma q.b.
20 gr di parmigiano
20 gr di pan grattato
semi di lino q.b.
semi di sesamo q.b.


Tritare nel mixer i ceci con un filo d’olio e i semi di sesamo precedentemente tostati in padella e un pizzico di aglio.

Tagliare finemente lo scalogno e farlo appassire in pentola con un filo d’olio evo. Aggiungere gli spinaci freschi lavati, strizzati e sminuzzati (potete sostituirli con quelli congelati). Fare cuocere per 5 minuti. Aggiustare di sale e pepe e poi passare il tutto nel mixer.

Unire la purea di ceci con quella di spinaci, aggiungere un pizzico di noce moscata, curcuma, parmigiano e pan grattato.

Il composto risulterà piuttosto morbido.

Con l’aiuto di un cucchiaio formare le polpette e porle sulla leccarda coperta di carta forno.

Spolverizzatele con i semi di lino e passate le polpette in forno a 180° per circa 30 minuti (fino a quando avranno un colore dorato).

secondi

Spiedini di pollo marinati

Maggio 22, 2016

Spiedini-di-pollo-marinati01

Per concludere in bellezza questa domenica di sole, ho preparato per cena gli spiedini di pollo marinati che adoro.
Sono facili, sani e davvero sfiziosi.
Il segreto è tutto nella marinatura. Più è ricca di spezie e maggior tempo la si lascia riposare con la carne e più gli spiedini risulteranno saporitissimi.
Il bello di questa ricetta è che si possono abbinare le spezie e le erbe aromatiche che preferite: paprika, curry, coriandolo, salvia, rosmarino…

Sono ottimi da abbinare al riso basmati oppure ad una salsa Tzatzik (salsa greca a base di yogurt).

Spiedini-di-pollo-marinati02

Vi propongo la versione con le spezie che utilizzo di solito:

Ingredienti per 3/4 persone:
1 petto di pollo (io in freezer avevo le fettine. Vanno benissimo anche loro. Ne ho utilizzate circa 8)
mezzo spicchio di aglio
paprika piccante un cucchiaio circa
cumino un cucchiaio circa
sale q.b.
pepe q.b
1 cucchiaio di miele
un rametto di rosmarino
mezzo bicchiere circa di olio extra vergine
semi di sesamo q.b.

Per preparare gli spiedini di pollo iniziate dalla preparazione della marinatura: in una ciotola ponete l’olio, le spezie, il miele, il rosmarino, il mezzo aglio schiacciato, il sale e il pepe. tagliate a cubetti il petto di pollo o a strisce le fettine e ponetele nella ciotola insieme alla marinatura. Mescolare bene il tutto e porre in frigo per almeno un ora. Se avete più tempo lasciatelo pure di più, in modo da insaporire meglio la carne.
Trascorso questo tempo prendete gli spiedini di legno e impilate i pezzi di carne. Una volta formati tutti gli spiedini passate alla cottura.
Fate scaldare una griglia unta d’olio e adagiateli sopra.
Cospargeteli con semi di sesamo e attendete 3-4 minuti, fino a che risulteranno ben abbrustoliti e leggermente caramellati. Quindi girateli e terminate la cottura.

Servire immediatamente.

secondi

Involtini di verza di nonna Carmela

Marzo 22, 2016

Avete in mente quei piatti della nonna che adorate da sempre e che ancora oggi non vedete l’ora di mangiare?

Uno dei miei preferiti sono gli involtini di verza.
Mia nonna ha 94 anni (95 tra 10 giorni) e tutt’ora non perde occasione per prepararli. Vi assicuro che sono una vera delizia.
Questa è la sua ricetta. Le dose sono state riviste perché come ogni nonna che si rispetti lei va “ad occhio”.
Inoltre, alcuni ingredienti possono essere sostituiti con altri che avete a disposizione in frigorifero.
Buona appetito…

 

Ingredienti per 4 persone

verza 1 con delle foglie belle grandi e intere
tonno sgocciolato 100 g
mollica di pane raffermo (in alternativa pane fresco o pane in cassetta) 80 g circa
grana 60 g
prosciutto cotto 2/3 fette (se preferite potete anche non metterlo, oppure sostituirlo con la mortadella, salsiccia, ecc.)
latte qb per bagnare il pane
aglio 1 spicchio
noce moscata qb
sale qb
pepe qb
prezzemolo 2 ciuffi
passata di pomodoro 500 g
scalogno 1
olio qb
brodo vegetale qb (circa 200/300g)

 

verza-1

 

 

Lavate e sbollentate per 2 minuti le fogli di verza in acqua salata. Fatele asciugare distese su un canovaccio.

Sbriciolare con le mani il pane e bagnarlo con latte per ammorbidirlo.
Tritare il pane ammollato, il prosciutto cotto e il tonno sgocciolato. Successivamente posizionarli in una terrina con il grana, l’aglio schiacciato, il prezzemolo, la noce moscata, il sale e il pepe. Amalgamate bene il tutto
Sistemate una porzione dell’impasto ottenuto sopra ogni foglia di verza e chiudere a fazzoletto in modo da ottenere degli involtini ben chiusi.
Fate imbiondire nell’olio lo scalogno tritato. Unire la passata di pomodoro salata e pepata e il brodo (il brodo regolatevi ad occhio. Mettetene poco inizialmente. Se il sugo si asciuga troppo durante la cottura aggiungetelo).
Disponete gli involtini nella passata e rigirateli per insaporirli da entrambi i lati (fare a attenzione a non disfare l’involtino). Fate cuocere a fuoco moderato per circa 30 minuti. Servite caldi.

secondi

Polpette di lenticchie

Febbraio 13, 2016

Oggi ricetta salata, vegetariana e anche veloce da fare: polpette di lenticchie.

Sono morbide dentro e croccanti fuori, cotte in forno per un piatto più leggero.
Consiglio di abbinarle ad una salsa. Io ne ho scelta una allo yogurt: è fresca e risalta il gusto della polpetta.
Buon appetito

Polpette di lenticchie
Ingredienti per circa 30 polpette:
400 gr di lenticchie
2 patate
1 cipolla
sale
pepe
peperoncino
20 gr circa di parmigiano
mix di semi
olio q.b.

per la salsa:
1 confezione di yogurt greco
un pizzico di aglio
4/5 foglie di basilico fresco
qualche goccia di limone

Iniziate la preparazione delle polpette lessando le patate in pentola pressione o in pentola normale.
In una casseruola scaldare qualche cucchiaio d’olio e fate imbiondire la cipolla tagliata finemente con il peperoncino. Aggiungete un goccio di acqua calda e fate cuocere per qualche minuto.
Ponete in pentola anche le lenticchie sgocciolate e le patate lesse schiacciate. Cuocete per 10/15 minuti circa.

Nel mentre dedicatevi alla salsa. In un mixer passate lo yogurt greco, un pezzetto di aglio (a piacere), le foglie di basilico e qualche goccia di limone. Frullate il tutto e ponete in frigorifero. Se avete tempo lasciate riposare la salsa per circa un’ora per far amalgamare bene gli ingredienti e risaltare il gusto.

Una volta trascorso il tempo di cottura di lenticchie, cipolle e patate aggiungete il parmigiano. Amalgamate tutti gli ingredienti e toglieteli dal fuoco.
Lasciate raffreddare il preparato.
In un piatto ponete il mix di semi. Formate le polpette e passatele nella panatura di semi.
Posizionare la polpette su una teglia rivestita con carta da forno e irrorare con un filo d’olio.
Cuocere in forno a 180°C per 20 minuti circa. Gli ultimi minuti fate andare il grill per conferire una doratura alle polpette.
Servire le polpette calde e accompagnarle con la salsa allo yogurt e basilico.

secondi

Sogliola al profumo di pompelmo

Dicembre 12, 2015

Volete tenere leggero lo stomaco prima dei pranzi (che poi diventano cene) delle feste? Volete guardare la bilancia ed essere felici, prima della inesorabile disfatta di fronte alle lunghe tavolate imbandite di qualsiasi pietanza si possa desiderare?

Volete tutto questo ma senza rinunciare all’appagamento dei vostri sensi?

Ecco questa è al ricetta che fa per voi: semplice, leggera ma sfiziosa. La sogliola al profumo di agrumi è un piatto veloce da preparare ma estremamente soddisfacente.

Il suo segreto? Un brodo per la cottura  a vapore che potrete arricchire con tutti i profumi che più amate. Queste meravigliose fragranze, oltre che essere trasmesse come per magia ad un tenerissimo filetto di sogliola, si libereranno per tutta la casa.

Siete pronti a partire per un altro fantastico itinerario dei sensi?

 

Oggi vi porto in Sicilia con la sogliola al profumo di pompelmo!
Pronti?? Buon viaggio! 😉

Ingredienti per 2 persone
3 filetti di sogliola
1 pompelmo
pepe verde q.b.
mezzo limone
2 chiodi di garofano
1 rametto di rosmarino
1 costa di sedano
senape in grani q.b.
un pizzico di zenzero

Iniziate con la preparazione del liquido per la cottura a vapore.
Ponete nella pentola acqua, mezzo limone, mezzo pompelmo, il sedano, i chiodi di garofano, il rosmarino e il pepe verde. Una volta raggiunto il bollore posizionare i filetti di sogliola sul cestino per la cottura a vapore (la buccia della sogliola a contatto con la pentola). Coprire i filetti con il rimanente pompelmo rosa, un pizzico di zenzero e qualche grano di pepe (a me piace molto il sapore deciso del pepe. Se preferite un gusto più delicato provate con pepe rosa).
Lasciare cuocere per circa 10 minuti.
Servire i filetti con il pompelmo, lo zenzero e il pepe posizionati in cottura. Inoltre, qualche chicco di senape in grani vi assicuro che darà quel tocco in più.