All Posts By

admin

piatto unico

Canederli speck e formaggio Stelvio

Aprile 10, 2024

Avete voglia di seguirmi in un percorso di gusto tra 2 ingredienti IGP e DOP?
Sono i marchi di qualità dell’Unione europea che caratterizzano prodotti agricoli ed alimenti che
sono strettamente legati alla zona di origine, alle tradizioni artigianali e alle persone che li producono.

Quella che vi propongo è un’esperienza che inizia oggi e vi accompagnerà nelle prossime stagioni; vi
propongo ricette con ingredienti genuini e di stagione. I protagonisti sono:

  • lo Speck Alto Adige IGP che si contraddistingue per il suo gusto unico e inconfondibile dato dalla speziatura del rosmarino, del ginepro e dell’alloro e dalla leggera affumicatura
  • e il Formaggio Stelvio DOP ottenuto da latte vaccino proveniente da masi di montagna che dona a questo formaggio un profumo intenso e piccante.

Per dare il via al progetto vi propongo canederli con Speck Alto Adige IGP, Formaggio Stelvio DOP, spinaci e nocciole tostate. Una vera delizia.

Ingredienti per 4 persone
200 g di pane raffermo
2 uova
130 g di spinaci lessati e strizzati
100 ml di latte
100 g di Formaggio Stelvio DOP
50 g di Speck Alto Adige IGP
1 cucchiaio di farina
1/2 cipolla
olio extravergine di oliva, sale e pepe qb

per condire
burro qb
foglioline di salvia qb
nocciole qb

Ponete in una ciotola il pane tagliato a dadini piccoli e bagnatelo con il latte, mescolate e lasciatelo ammorbidire per circa mezz’ora. Unite poi le uova, il cucchiaio di farina e il Formaggio Stelvio DOP a dadini. Aggiustate di sale e pepe.

In una padella fate appassire la cipolla tritata con dell’olio extravergine di oliva d’oliva, unite lo Speck Alto Adige IGP tagliato a listarelle e fatelo rosolare. Infine unite gli spinaci ben strizzati e tritati, aggiustate di sale e pepe e fate insaporire. Fate raffreddare e unite al composto fatto in precedenza. Mescolate bene, inumiditevi le mani e formate dall’impasto delle palline di circa 5/6 cm (compattatele bene, se serve aggiungete altra farina). Portate ad ebollizione in una pentola dell’acqua, salate e cuocete i canederli per circa 5/7 min. Scolateli e fateli insaporire in una padella con del burro la salvia e le nocciole. Spegnete e servite.

bakeca incontri coppie cuneo

bacheca incontri intra

Novembre 25, 2022
incontri latina e provincia

Settimana scorsa ho potuto assaggiare in prima persona alcuni prodotti che troviamo in Autogrill: il risultato di anni di ricerca, innovazione e sviluppo. Il tutto si è svolto all’interno della Factory Food Designers, casa dell’innovazione del gruppo, si guarda al futuro!

In questa location esclusiva ho provato questi piatti che sono stati studiati da alcuni super chef insieme ad Autogrill: il frutto della ricerca della qualità e dell’eccellenza che l’azienda ha saputo tradurre e portare su produzioni di larga scala.

Abbiamo iniziamo con la mozzarella di pane di chef Renato Bosco “Pizzaricercatore”, esperto di panificazione e impasti. Con lui Autogrill ha realizzato la Reginella, il panino che si trova in Autogrill con focaccia, mortadella, stracciatella e granella di pistacchi. Inoltre, grazie alla sua expertise e con la sua consulenza Autogrill ha realizzato gli impasti della pizza di Spizzico.

Siamo poi passati alla pasta MILANO con zafferano e ragù di ossobuco! Una delizia di chef Andrea Ribaldone. Una pasta pronta in pochissimi minuti risponde alle esigenze dei viaggiatori che hanno poco tempo ma vogliono gustarsi un piatto gustoso e di grande qualità.

Questo concept “Pastaria” si trova in alcuni dei migliori Autogrill.

La collaborazione con chef Simone Salvini va incontro al trend della cucina vegetale e con un occhio al benessere. Avete mai provato un gelato di hummus? Questi Hummus super colorati si trovano nella Pokè Rainbow e nel Wow Burger, il panino 100% vegetale presente in Autogrill 

La sfida di Luca Montersino è stata quella di togliere lo zucchero rendendo il dolce buono e goloso e soprattutto di poter assemblare velocemente dei punti Autogrill, un dolce della tradizione che non deve deludere mai.

Grazie Autogrill per questa esperienza! Sarà un piacere sostare da voi durante i miei viaggi.

Sarà un piacere sostare da voi nei prossimi viaggi 

bakeca incontri coppie cuneo

Let’s Eat: salumi e frutta greca, abbinamento perfetto!

Luglio 24, 2022

La settimana scorsa ho partecipato ad un progetto bellissimo in cui salumi Dop e IGP si sposavano perfettamente alla frutta greca come ciliegie, kiwi, mele, pesche e pesche nettarine. Questo connubio perfetto è lanciato da “Let’s Eat – European Authentic Taste” un il progetto promosso da IVSI Istituto Valorizzazione Salumi Italiani e da ASIAC – l’Associazione formata dalle otto più grandi organizzazioni di produttori di frutta greca, con l’obiettivo di migliorare il grado di conoscenza dei prodotti agroalimentari dell’Unione Europea e aumentarne la competitività e il consumo.
Sapevate che nel corso dei secoli, l’Italia ha accumulato un patrimonio di specialità gastronomiche a base di salumi tra le quali spiccano 43 riconoscimenti tra IGP e DOP? E sapevate che mangiare i salumi con la frutta dal punto di vista nutrizionale è un abbinamento vincente per l’apporto di proteine nobili, vitamine, fibre e sali minerali?
A spiegarci tutto questo è stata Sonia Peronaci accompagnata da due super ambassador: Matteo Eydallin campione di sci, Paola Fraschini è una delle atlete italiane più medagliate della storia,
grazie a sette titoli Mondiali nel pattinaggio artistico a rotelle. Non presenti ma comunque altri ben noti ambassador sono Carlo Cracco noto chef e personaggio televisivo e Tanya Gervasi – una delle modelle curvy più amate.

In questa giornata alla Sonia Factory abbiamo potutu assaggiare un menu superlativo proposto da Sonia:

• insalata di fusilli con mele caramellate, speck croccante, crema scimudin e granella di noci
• spaghetto freddo con briciole croccanti di Bresaola della Valtellina IGP
• stracciatella pugliese e pesto di rucola
• bicchierino alla mousse di Mortadella su crumble aromatico, fonduta di robiola della Valsassina e granella di pistacchio
• insalata di pollo e speck, sedano bianco, pesca nettarina e parmigiano reggiano
• insalata di cereali con feta, pomodori essiccati, cetriolo, carote, melone e sale aromatico agrumato
• per finire cheesecake alla ciliegie e torta alle pesche nettarine

Voi come amate abbinare salumi alla frutta. Io in questo periodo estivo non posso che pensare al prosciutto e melone, e voi?

Il progetto Let’s EAT proseguirà con altre iniziative in Italia e nel resto d’Europa, dedicate ai consumatori, come le Restaurant weeks, agli operatori, con la partecipazione ad alcune fiere di settore, e alla stampa, con eventi dedicati e un premio giornalistico che ne celebra l’opera di divulgazione: continua quindi la missione per far conoscere questi prodotti e le loro caratteristiche, nel solco della tradizione e dell’eccellenza gastronomica che rappresentano.

Se avete voglia di idee per qualche vostra cena sfiziosa, per poter abbinare in modo creativo e goloso i salumi alla frutta, vi invito a visitare la sezione ricette del sito europeanauthentictaste. Lasciatevi ispirare, avete mai provato una pizza con bresaola, gorgonzola e mele spadellate? Oppure uno sfizioso e scenografico antipasto a base di patate, culatello e ciliegie fresche e sotto spirito? Vi assicuro che l’abbinamento di questi elementi e sapori insoliti vi stupiranno! E allora io corro ai fornelli e voi?

secondi

Stinco di prosciutto con patate e castagne

Dicembre 22, 2021

Ormai siamo agli sgoccioli al Natale ma se ancora non avete pensato ad un secondo piatto convincente per il vostro menu, vi propongo il mio stinco con patate e castagne. Vi assicuro che i vostri ospiti rimarranno soddisfatti.

Ho utilizzato lo stinco di prosciutto Negroni, prodotto con carni accuratamente selezionate, si caratterizza per la morbidezza delle carni ed il gusto delicatamente speziato. Oltre ad essere squisito è anche molto pratico da cucinare perché precotto. 

Ho voluto finire di cuocerlo con una doppia cottura: prima in pentola per una veloce rosolatura e poi in forno. Ho abbinato delle patate novelle che si sposano perfettamente con questo tipo di carne, ma il tocco in più è dato dalle castagne cha con il loro retrogusto dolce rendono equilibrati i sapori di questo piatto. 

Vi lascio la mia ricetta

INGREDIENTI per circa 4 persone:
2 confezioni di stinco di prosciutto Neuroni
1 bicchiere di birra
1 kg di patate novelle precotte
1 confezione di castagne bollite
Olio e spezie qb

Ho semplicemente aperto la confezione degli stinchi.

Li ho posizionati in pentola con 1 filo d’olio e li ho rosolati finché risultino dorati. Ho sfumato con 1 bicchiere di birra, ho aggiunto le patate novelle e cotto in forno per circa 30 minuti. Trascorso il tempo ho tolto i 2 stinchi ormai cotti e li ho tenuti da pare.

Ho aggiunto alle patate le castagne e ho continuato la cottura per circa 15 minuti finché le patate risultino morbide e ben cotte. Servire ben caldo e buon appetito!

antipasti

Vellutata di zucca e spiedino gustoso

Dicembre 1, 2021

Il freddo, le giornate sempre più corte, le prime luci e decorazioni in città… Natale si avvicina e porta con sé tutta la sua magia!
Io inizio a scartare pacchi ed a pensare a nuove ricette da proporre per le nostre tavole. 
Se anche voi come me, siete sempre alla ricerca di un antipasto sfizioso, un secondo non troppo elaborato o un modo originale e semplice per farcire i classici dolci natalizi, siete anche voi a pensare a come servirli, a scegliere in quale piatto da festa e sfizioso servirli. 

Quest’anno una bella idea l’ha avuta Villeroy & Boch la sua tazza Coffee To Go edizione Natalizia e un set di piatti della linea “it’s my match”. Che ne pensate per allestire le vostre? Mi sono subito piaciuti e mi hanno inspirata una ricetta che vi propongo: vellutata di zucca e zenzero con spiedini di speck e formaggio.

INGREDIENTI per 2 persone:
500 gr di zucca
40 gr di formaggio
60 gr di speck
Zenzero fresco qb
Sale e pepe

Iniziate a polire la zucca e tagliatela a cubetti. Ponetela in pentola pressione e cuocetela per 10 minuti dal fischio.
Aprite la pentola, aggiustate la zucca morbida di sale e pepe e frullate, se serve aggiungete un goccio di acqua. Grattugiate dello zenzero fresco e cuocete ancora per qualche minuto ma in pentola normale.
Preparate gli spiedini alternando una fetta di speck ad un cubetto di formaggio. Servite la vellutata nella scodella della linea “it’s my match Green” con lo spiedino e qualche cracker croccante. Buon appetito

Vi invito a scoprire l’intera gamma proposta da Villeroy & Boch. www.villeroy-boch.it

piatto unico

Picnic con Villeroy & Boch

Settembre 29, 2021

Negli ultimi anni il termine “ecosostenibilità” è sotto l’attenzione di tutti. Si sente parlare molto spesso di stili di vita sostenibili e di approcci ecologici. Questo concetto si applica a diversi ambiti della nostra esistenza. Da quello che mangiamo a quello che indossiamo, ogni giorno possiamo fare scelte che, seppur piccole, vanno nella direzione giusta. 

Se anche voi come me, ogni giorno mangiate in ufficio o al parco sarete abituati a preparavi le immancabili schiscette che solitamente conservo in contenitore ermetici di plastica.

Villeroy & Boch ha trovato una soluzione ecosostenibile, per evitare l’utilizzo della plastica: la porcellana, fatta di materie prime naturali, è priva di sostanze nocive ed è in grado di conservare il sapore autentico degli alimenti.

Negli ultimi anni Villeroy & Boch ha ideato e sviluppato una serie di collezioni per ridurre a zero l’utilizzo della plastica sulla tavola, che sia su quella di casa, in ufficio, per un pic-nic con gli amici o mentre si è in viaggio. To Go & To Stay è solo l’ultima di una serie di collezioni di Villeroy & Boch con questo obiettivo: sostituire i contenitori in plastica utilizzati per il pranzo fuori casa o per la conserva degli alimenti con nuovi prodotti funzionali, duraturi e resistenti che possono essere riutilizzati per molti anni. 

Approfittando di queste ultime giornate tiepide di inizio autunno ho voluto provare i contenitori preparando un pic-nic all’aperto.

Bottiglia per l’acqua, mug e cannuccia per la centrifuga e il pratico LunchBox set per bresaola, parmigiano, spinaci e pomodorini.

Vi invito a scoprire l’intera gamma proposta da Villeroy & Boch e vi assicro che direte addio alla plastica.

piatto unico

Burger Thai

Luglio 4, 2021

L’hamburger è un piatto che fa gola a grandi e piccini. Spesso rappresenta, nella mente di molti, il junk food per eccellenza. Qui voglio smentirvi e vi presento un perfetto burger thai in versione healthy: una proposta casalinga ricca di ingredienti di qualità.
Innanzituttoho scelto gli hamburger del Vitello di Casa Vercelli. Lo avete mai provato? Utilizzano solo carni di pregiati vitelli, nati, allevati e selezionati in Italia. Sono disponibili anche in versione mignon per i più piccoli. 
Li ho semplicemente cotti in padella e serviti con una salsa a base di burro di arachidi e della verdura croccante.

Direi un ottimo panino che accontenterà tutti!

Ingredienti:
Per i burger
1 confezione di Hamburger del Vitello di Casa Vercelli
Erbe aromatiche a piacere
2 panini con i semi
Per l’insalata
1 carota
1 zucchina
Cavolo cappuccio viola qb
Sale qb
Pepe qb
1 cucchiaio d’olio
Per la salsa
20 ml di burro d’arachidi
10 ml di salsa di soia scura
1 cucchiaio di salsa worchester
1 goccio d’acqua
Paprika qb
Anacardi tostati

Per l’insalata
Tagliate il cavolo cappuccio a strisce sottili, le zucchine e le carote a fili.
Condite le verdure con olio, limone, sale e pepe.

Per la salsa
Unite i vari ingredienti in un’emulsione omogenea; con l’acqua regolatevi a occhio: più acqua metterete più la salsa risulterà liquida e viceversa.

Per i burger
In una pentola scaldate un filo d’olio con le erbe aromatiche e cuocete gli hamburger da entrambi i lati finché risultreranno ben cotti.
Tostate il pane con i semi, tagliato a metà. Spalmate una generosa dose di salsa sulla metà inferiore e appoggiatevi l’hamburger.
Completate con una manciata di insalata e qualche anacardo tostato in padella.

antipasti

Frittatine ripiene

Giugno 4, 2021

Frittatine ripiene con insalata di carne e formaggio cremoso

Adoro i piatti che possono essere serviti in diversi momenti del pasto: come aperitivo, come antipasto o perché no come contorno? Oggi vi propongo una di queste preparazioni: le fritattine ripiene. Quest’idea, semplice e genuina è veloce da preparare e molto gustosa. Io le ho farcite, come se fossero dei panini, con del formaggio spalmabile e l’insalata di carne del Vitello di Casa Vercelli. L’avete mai provata?
L’insalata di carne è un ingrediente ideale per creare con facilità piatti freschi e sfiziosi.
È molto gustosa e fresca, ideale da assaporare anche così com’è con un filo d’olio e qualche goccia di limone.
Il Vitello di Casa Vercelli sceglie solo carni di pregiati vitelli, nati, allevati e selezionati in Italia: non vi resta che provarle.

Ingredienti per 3 persone:
1 confezione di Insalata di Carne del Vitello di Casa Vercelli 
6 uova fresche
2 carote tagliate a piccoli cubetti
4 cucchiai di piselli freschi o surgelati
1 cipolla
4 cucchiai di parmigiano grattugiato
Formaggio cremoso spalmabile
Olio extravergine d’oliva
Sale q.b.
Pepe q.b.

1) In una padella soffriggete la cipolla e quindi aggiungete le carote e i piselli. Fate saltare a fiamma viva. Abbassate la fiamma e aggiungete, se necessario, poca acqua per stufare le verdure. Regolate di sale e di pepe e lasciate raffreddare.

2) Sbattete le uova, salatele, aggiungete le verdure e il parmigiano. Amalgamate il tutto e versate nei pirottini precedentemente ben unti.

3) Infornate a 180° per circa 25-30 minuti, finché non saranno ben cotte e dorate. Sfornate e lasciate raffreddare.

4) Togliete le frittatine dagli stampi stando attenti a non romperle, tagliatele a metà e farcitele con il formaggio spalmabile e l’insalata di carne di vitello.
Le vostre frittatine sono pronte da portare in tavola!



secondi

Branzino con lenticchie e asparagi

Aprile 1, 2021

Oggi ho preparato un piatto davvero buono, sano ed equilibrato.
Ci sono tutti gli ingredienti che adoro, in primis il branzino freschissimo di
Cromaris, azienda leader nella produzione e lavorazione di pesce del Mediterraneo di qualità premium. La loro missione è diffondere la cultura dell’alimentazione sana ed equilibrata, incentivando il consumo di prodotti ittici. Potete ben capire che questa filosofia è assolutamente da me condivisa. Ho voluto cuocere il branzino semplicemente in forno e servirlo su un letto di lenticchie nere di beluga, asparagi croccanti e una vinaigrette che legasse il tutto senza però alterare i sapori autentici delle materie prime utilizzate.
Che ne dite vi ho fatto venire voglia di assaggiare questa prelibatezza? Visto la Pasqua alle porte io vi consiglio questo piatto alternativo ma assolutamente gustoso.
Se volete sbirciare tutti i prodotti Cromaris vi invito a dare un’occhiata alla loro pagina qui

Ingredienti per 2 persone:
1 branzino
1 mazzo di asparagi
250 gr di lenticchie nere beluga
Sale grosso 1 confezione
Per la vinaigrette:
1 cucchiaio di salsa thaina 
1 cucchiaio di salsa di soia
Mezzo pompelmo
Limone, olio, sale e pepe qb

Prendete il branzino e adagiatelo sulla teglia del forno. Ponete della carta forno all’interno della pancia per proteggere il pesce dal sale. Coprite quindi l’intero branzino di sale grosso e infornate a 200 gradi per circa 30 minuti.

Nel mentre bollite le lenticchie in acqua salata.

Pulite ed eliminate l’estremità più dura degli asparagi. Tagliateli per la lunga e grigliateli per qualche minuto, dovranno risultare croccanti.

Preparate la vinaigrette mischiando la salsa thaina con quella di soia, il succo del pompelmo, qualche goccia di succo di limone, olio, sale e pepe.

Sfornate il pesce, eliminate la crosta del sale che si sarà formata, pulitelo e adagiatelo sopra le lenticchie, aggiungete ora gli asparagi e completate con la vinaigrette. Buon appetito!


dolce

Pastiera al farro

Marzo 31, 2021

Che Pasqua sarebbe senza pastiera napoletana? Direi una Pasqua a metà, quindi allontaniamo i sensi di colpa perché la pastiera è assolutamente da servire sulle nostre tavole in questo periodo di festa. Vi propongo la mia versione rivista in chiave più leggera.

Innanzitutto ho utilizzato la farina di farro Bio di Molino Rachello: una farina dall’aroma  inconfondibile e intenso, dal gusto equilibrato e genuino che rende questo dolce più digeribile e leggero. Ne approfitto per dirvi che dal 29/03 al 04/04 la troverete scontata del 10% nello shop online www.molinorachello.it/it/shop.

Andate a dare un’occhiata per scoprire tutte le farine che Molino Rachello propone: io ho trovato una selezione super per la panificazione e per i miei dolci.

Ma torniamo alla pastiera…Ho sostituito metà burro con l’olio e ho scelto una ricotta light. Vi lascio ingredienti e procedimento.
Sono però curiosa di vedere i vostri dolci di Pasqua. Quale avete scelto di proporre sulle vostre tavole?

Ingredienti:
per la frolla
400 gr di farina di farro Bio Molino Rachello
70 gr di burro
100 ml di olio di semi
80 gr di zucchero 
1 uovo e 1 tuorlo

per il ripieno
200 gr grano
300 ml latte parzialmente scremato
buccia di un arancio
1 bustina  di vanillina
240 ricotta light
70 gr di zucchero
2 rossi uovo
2 chiari uovo
essenza arancio 1 fialetta
60 gr mix di canditi
cannella un pizzico

Iniziate a bollire il grano cotto in una pentola con il latte, la buccia di mezzo arancio e la vanillina. Fate cuocere finché otterrete un composto asciutto. Fatelo poi raffreddare.

Dedicatevi alla preparazione della frolla mixando la farina con lo zucchero, le uova, il burro e l’olio. Lasciatela riposare per una mezz’ora in frigorifero avvolta nella pellicola trasparente.

Passate al setaccio la ricotta light e aggiungete lo zucchero, i rossi d’uovo, l’essenza di arancio, il grano cotto raffreddato e infine i canditi.

Stendete la frolla, tenendone una parte per la decorazione e posizionatela in una teglia tonda (24 cm circa) facendo i bordi alti per contenere il ripieno.

Bucherellate il fondo e coprite con il preparato di ricotta. Completate con le strisce di frolla spesse un paio di cm e infornate a 180 gradi per circa un’ora.

Sfornate e fate raffreddare. La vostra pastiera è ora pronta per essere gustata. Vi assicuro che farete un figurone.