All Posts By

admin

piatto unico primi

Zuppetta fredda al sedano

Giugno 30, 2019

Eccomi con la mia ricetta estiva: la zuppetta fredda al sedano, un piatto unico delicato che io adoro. L’aspro del limone abbinato alla dolcezza del sedano e alla croccantezza delle nocciole e noci rendono questo semplice piatto davvero buono! Mi raccomando se avete dei crostini dorati da aggiungere ancora meglio. A volte aggiungo cubetti di feta a freddo. Buona appetito!

Ingredienti per 2 persone:

1 mazzo di sedano
4 cipollati
il succo di mezzo limone
1 spicchio d’aglio
olio q.b.
pepe q.b.
noccioli e noci q.b.

Scaldate 2 cucchiai di olio con l’aglio e i cipollati tagliati finemente, soffriggete per pochi minuti. Sfumate con il succo di mezzo limone e mescolate.

Aggiungete il sedano tagliato fine, aggiustate di sale e pepe e mezzo bicchiere d’acqua d’acqua. Lasciate cuocere per circa 10 minuti.

Frullate il tutto e fate raffreddare. Nel mentre tostate la granella di nocciole e le noci. Servite la zappetta di sedano con qualche foglia di basilico e il trito di frutta secca.

Buona appetito!

piatto unico Uncategorized

Zucchine ripiene

Giugno 22, 2019

Viva l’estate e le splendide zucchine che ci regala. Le mie preferite? quelle tonde. Ottime da gustare ai ferri, saltata in padella e da riempire. Oggi vi lascio la ricetta della mia farcia

Ingredienti
4 zucchine tonde
1 scalogno
1 scatola di tonno
1 ricotta piccola
pomodori secchi
basilico
capperi
parmigiano
sale
pepe

Lavate e tagliate la calotta delle zucchine.
Scavate la polpa con un cucchiaino e mettetela in padella con un filo d’olio e lo scalogno tagliato fine.
Fate cuocere per circa 10 minuti. Aggiungete il tonno, il trito di pomodori secchi, basilico e capperi. Cuoci per 5 minuti e infine aggiungete la ricotta.
salate, pepate e finite con un mucchio di parmigiano.

Riempite le zucchine con la farcia. Infine spolverate con un pizzico di pan grattugiato e infornate a 200 gradi per 20 minuti circa. Mi raccomando informate anche la calotta finale. E’ buonissima

Buon appetito

dolce Uncategorized

Biscotti/barrette light

Maggio 24, 2019

Un’idea per uno snack di metà mattina o del pomeriggio diverso dal solito? Vi propongo i miei biscotti light con frutta secca e gocce di cioccolato. Sono un’ottima alternativa alle classiche barrette che si acquistano al supermercato. Il punto forte? Possono essere sempre diverse: potete usare la frutta secca che preferite, oppure mixare diverse farine o aggiungere frutta disidratata.
Inoltre, si conservano per diversi giorni, anzi, più i giorni passano e più diventano buoni 🙂 provare per credere

Ingredienti per una teglia di biscotti:
100 gr di fiocchi di avena.
50 gr di farina di cocco
50 gr di farina d’avena (potete usare anche solo 200 gr di avena o crusca d’avena. Io ho preferito mixare)
100 gr di albicocche secche (in alternativa potete usare i datteri, o le prugne o i fichi)
50 ml di olio di semi di girasole
30 gr di acqua o latte di soia
2 cucchiaio di frutta secca che preferite (io ho usato le nocciole) potete mixarla a uvetta
1 cacchio di mix di semi
1 cucchiaio di gocce di cioccolato
1 pizzico di sale

In un mixer frullate l’avena (e le farine se le usate) con le albicocche, l’olio, l’acqua e il pizzico di sale. Otterrete un composto appiccicoso. Aggiungete i semi, le gocce di cioccolato, la frutta secca tritata grossolanamente e stendete il tutto tra 2 fogli di carta forno, con l’aiuto di un matterello. formate i vostri biscotti con lo stampo che preferite e infornate, nella parte medio/bassa del forno a 180° per circa 20/25 minuti.
lasciateli raffreddare e il vostro snack è pronto.

antipasti piatto unico

Panino con Salame Brianza DOP

Maggio 16, 2019

Qual è il salume che per eccellenza farcisce con gusto, i panini di tutta Italia e non solo? Direi che il salame vince su tutti. È amato dai bambini e irresistibile per i grandi. Per ilmio secondo step del progetto di valorizzazione dei salumi italiani DOP e IGP ideato da ISIT (Istituto Salumi Italiani Tutelati) con il prezioso contributo del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaft), abbiamo scelto il Salame Brianza DOP. Lo conoscete? Si tratta di un salame con una tradizione centenaria, si presenta con consistenza compatta, di colore rosso rubino e all’assaggio il sapore è dolce grazie al sapiente utilizzo dei suoi semplici ingredienti, che gli conferiscono anche un profumo delicato. Le caratteristiche uniche del Salame Brianza DOP nascono proprio dall’unicità del territorio brianzolo, particolarmente adatto alla conservazione delle carni salate con la sua altitudine media al di sopra dei 350 metri sul livello del mare e fuori dalle nebbie padane, e dalla tradizione dei salumieri brianzoli capace di elaborare e tramandare di generazione in generazione l’esperienza e i segreti della lavorazione della carne suina.

Qui trovate la mia versione di spuntino goloso.

Ingredienti per 2 panini:

2 panini al burro
8 fette di Salame Brianza DOP
1 zucchina 
1 cucchiaio di capperi
1 cucchiaio di olive
3 pomodori secchi (io ho usato i pomodorini ciliegia secchi sott’olio)
1 mozzarella

https://www.instagram.com/p/BxZ0fC9h2fj/


Iniziate tagliando il pane al burro in 2 parti.

Tritate a coltello i capperi con le olive e i pomodori secchi, fino ad ottenere un trito abbastanza fine.

Tagliate la mozzarella a fette e lasciatela asciugare su carta da cucina.

Spuntate le zucchine e ricavate delle fette sottili. Grigliate per qualche minuto per lato.

Assemblate il vostro panino: spalmate il tiro di capperi, pomodori secchi e olive, poi le fette di mozzarella, le zucchine ed infine il Salame Brianza DOP. Ora chiudete il panino e gustatelo!

#SPUNTINI_CREATIVI #ISIT
#consorziosalamebrianza #ADV

dolce

Doppio Brownies

Maggio 1, 2019

Dopo New York e gli innumerevoli brownies provati ho deciso di proporvi una mia versione, in realtà una doppia variante: metà alla marmellata e metà classico.
Come cioccolato ho mixato il fondente con quello al latte (avevo delle uova di Pasqua da finire) e come frutta secca le nocciole. Se avete noci, mandorle, anacardi vanno benissimo. Se li mixate insieme è ancora meglio 🙂

Ingredienti per uno stampo 40 x 20 cm (anche 20 x20 cm va benissimo)
150 g cioccolato fondente (io avevo le uova di Pasqua da finire e ho usato metà fondente e metà ala latte)
100 gr burro
15 gr cacao amaro
50 gr di nocciole
120 gr zucchero semolato
3 uova
100 g farina
un pizzico di sale
confettura di frutti di bosco o lamponi q.b.

Inserite in una pentola il cioccolato ed il burro. Trasferite sul fuoco e fate sciogliere a bagnomaria. Togliete dal fuoco e aggiungete il cacao e lo zucchero, mescolate con una frusta a mano. Inserite un uovo alla volta mescolando sempre con la frusta, aggiungete il successivo solo quando il primo è stato ben amalgamato; procedete così fino ad inserirli tutti e 3.
Unite il pizzico di sale e la farina e incorporateli bene all’impasto, mescolate bene per circa 1 minuto fino ad avere un impasto bello denso e lucido. Unite le nocciole (intere e alcune tritate grossolanamente).
Rivestite uno stampo 40 x 20 cm con carta forno, versate l’impasto.
Su metà della superficie, con la confettura fate tanti piccoli mucchietti sull’impasto brownies. Con uno stuzzicadenti da spiedino fate dei movimenti ad onda per ottenere l’effetto marmorizzato.
sull’altra metà posizionate qualche nocciola.
Infornate in forno preriscaldato, funzione statica 180° per 40 minuti. Fate la prova stecchino, non deve uscire completamente asciutto ma con piccoli pezzetti attaccati, il brownies deve essere leggermente umido al centro.
Sfornate fate raffreddare bene e tagliate a quadrotti.



antipasti piatto unico

Panino con Coppa di Parma IGP

Marzo 21, 2019

Oggi volevo parlarvi del bellissimo progetto in collaborazione con ISIT, l’associazione di riferimento dei Consorzi di Tutela dei salumi italiani DOP e IGP.  I salumi fanno parte della nostra tradizione e, in particolare le eccellenze DOP e IGP, sono prodotti che tutto il mondo ci invidia e sempre più richiede. Quello che ci rende ancora più speciali è che in ogni regione che vai salume che trovi… con la sua storia, la sua tradizione e le sue caratteristiche.

Io oggi vi presento uno di questi simboli della tradizione gastronomica italiana che ha ottenuto il prestigioso riconoscimento IGP: la Coppa di Parma, espressione dell’arte salumiera parmense e di un territorio storicamente ricco di cultura enogastronomica. La Coppa di Parma IGP si riconosce dalla consistenza morbida, la sapidità non troppo pronunciata e profumo delicato. E’ un salume ideale da servire come antipasto ad una cena gustosa, è ottima per un happy hour tra amici e divina come ingrediente principale di un ottimo panino gourmet. Oggi vi propongo la mia versione.

Ingredienti per 1 panino:
5 fette di Coppa di Parma IGP
4 fette di provola dolce
4 carciofi sott’olio
olive a piacere
cavolo rosso qb
olio, sale qb
1 panino ai cereali

Iniziate tagliando il panino ai cereali in 2.
Tramite l’aiuto di un mixer tritate finemente carciofi, olive e sale fino ad ottenere una crema.
Condite il cavolo rosso, tagliato finemente, con olio e un pizzico di sale.
Assemblatele il vostro panino: spalmate la crema di carciofi sulla metà inferiore, poi le fette di provola dolce, la Coppa di Parma IGP e infine il cavolo rosso. Chiudete il panino con l’altra estremità del pane e buon appetito!

secondi

Polpette di vitello con crema al balsamico e ribes

Marzo 20, 2019

Oggi un piatto che sicuramente conquisterà i vostri palati.
Ho preparato delle polpette di vitello arricchite da una salsa di Antonio Aceto Balsamico di Modena Invecchiato IGP Carandini. Io ho scelto l’Aceto Balsamico di Modena IGP Invecchiato Antonio prende il nome dal più antico discendente dei Carandini a cui gli archivi di Famiglia fanno riferimento per la grandi abilità nell’arte della produzione di Aceto Balsamico di Modena. Dal carattere deciso e corposo, invecchiato per almeno tre anni nelle botti Carandini fino a raggiungere la perfetta densità. Ha un sapore agrodolce armonico e bilanciato ed un aroma intenso e persistente.
E’ un prodotto dal sapore ricco da abbinare ai piatti dolci così come quelli salati.

Ingredienti
per le polpette:
500 g di carne macinata di vitello magra
1 uovo
50 g di parmigiano grattugiato
1 cucchiaio di olive denocciolate
1 cucchiaio di capperi
2 filetti di acciughe
basilico qualche foglia
pepe rosa
20 ml di vino bianco
sale e pepe q.b.
la punta di uno spicchio d’aglio
3 foglie di salvia
pangrattato q.b.
olio q.b.

Per la salsa al balsamico:
Antonio Aceto Balsamico di Modena Invecchiato IGP Carandini q.b.
2 rametti di ribes
pepe rosa a piacere

Per il contorno:
400 gr tra broccoli e cavolfiori (io ho utilizzato un mix: bianco, viola, giallo e broccolo romanesco)

Tritate a coltello l’aglio, le olive, i capperi, le acciughe, il basilico e il pepe rosa.

Unitelo alla carne, insieme all’uovo, al parmigiano a 2 cucchiai di pan grattato.

Mischiate il tutto salate e pepate.


Formate le polpette (cercando di farle tutte della stessa misura).


Cuocetele in padella con usa salvia e un filo d’olio. Quando saranno belle dorate sfumatele con mezzo bicchiere di vino e fate asciugare.

Nel mentre cuocete a vapore le verdure, io le preferisco belle croccanti.

Dedicatevi alla salsa. In un pentolino scaldate 30 gr di Antonio Aceto Balsamico di Modena Invecchiato IGP Carandini e unite i ribes e il pepe rosa. Cuocete la salsa per pochi minuti.
Non serve cuocerla troppo perché risulta già piuttosto ristretta. è sufficiente scaldarla per unire il sapore dell’aceto a quello del pepe rosa e dei ribes.

Servite le polpette e le verdure con la crema di balsamico.

secondi

Millefoglie pane carasau, cotechino e porri

Febbraio 28, 2019

E chi lo dice che il cotechino va bene solo a Capodanno? A me capita spesso di prepararlo per il pranzo della domenica ed è sempre molto apprezzato. Oggi vi propongo una ricetta semplice e gustosa: millefoglie scomposta di cotechino del Consorzio Zampone e Cotechino Modena IGP (vi assicuro che è un cotechino precotto super), porri e pane carasau. 

Dopo solo 25 minuti di cottura in acqua bollente, otterrete un cotechino morbidissimo e delicato dove i profumi delle spezie (chiodi di garofano, pepe, noce moscata, cannella e vino) esaltano al meglio la carne.

Ecco la mia ricetta.

Ingredienti:

1 Cotechino Modena IGP
500 gr di porri
6 foglie di cavolo nero 
olio, sale e pepe q.b.
pane carasau q.b.

Iniziate posizionando il cotechino (nella sua confezione ermetica) in abbondante acqua bollente. Lasciate cuocere per 25/30 minuti.

Nel mentre dedicatevi alla preparazione dei porri: tagliateli a rondelle e fateli saltare in padella con un filo d’olio. Unite le foglie di cavolo nero tritate grossolanamente. Cuocete per circa 15 minuti e aggiustate di sale (se occorre, in cottura, aggiungete qualche cucchiaio di acqua)

Scaldate velocemente, su una griglia, il pane carasau.

Trascorso il tempo di cottura del cotechino toglietelo dalla confezione, tagliatelo a fettine e componete la vostra millefoglie: strato di cotechino, poi porri saltati e infine pane carasau. irrorate il cotechino e i porri con il sugo del cotechino.

Buon appetito.

dolce

Ciambelle banana, cioccolato e noci

Febbraio 17, 2019

Sono sempre alla ricerca di ricette per la colazione, il mio pasto preferito, che siano buone ma sane.
oggi vi propongo le ciambelle alla banana e gocce di cioccolato.
Sono ottime per la colazione, vi assicuro che inzuppate nel mio latte di soia e caffè sono una bomba.
Attenzione perché una tira l’altra 🙂

Ingredienti per circa 16 muffin
2 uova
3 banane
250 g farina
80 g zucchero
110 olio semi
100 g di gocce di cioccolato
noci q.b.
1 cucchiaino di lievito
1 pizzico di sale
zucchero al velo q.b.

Montate lo zucchero con le uova finché otterrete un composto bianco e spumoso.
Schiacciate le banane (meglio se belle mature) con una forchetta fino ad avere una purea e aggiungetele alle uova e zucchero montati.
Unite poco per volta la farina setacciata insieme al lievito.
Infine aggiungete le gocce di cioccolato e le noci tritate grossolanamente. 
Imburrate e infarinate la teglia (io ho usato quella delle ciambelle. Potete usare quella per i muffin o una semplice tortiera), aggiungete il composto e infornate a forno statico a 180 gradi per circa 20/25 minuti.
Una volta sfornate lasciatele raffreddare e spolverizzate con zucchero al velo.

dolce

Cheesecake alla Nutella

Gennaio 22, 2019

Come promesso ecco la ricetta della cheesecake alla Nutella.
In questa versione ho sostituito la classica base di biscotti e burro con una di riso soffiato e cioccolato fondente. Per chi ama la croccantezza del biscotto consiglio la versione classica, ma anche questa con il riso soffiato assicuro che non è male.

Ingredienti:
100 gr di riso soffiato
150 gr di cioccolato fondente
300 gr di Philadelphia
200 gr di ricotta
250 gr di mascarpone
80 ml di latte
200 gr di Nutella
80 gr di zucchero
4 fogli di gelatina
lamelle di mandorle qb

Iniziate la preparazione della torta dalla base di riso soffiato e fondente. Fate fondere a bagnomaria il cioccolato unendo anche il riso soffiato. Coprite una tortiera a gancio del diametro di 20 cm con la carta forno sia sul fondo che sui lati.
Distribuite il riso soffiato sul fondo della tortiera, compattatelo e livellatelo bene con un cucchiaio. Ponete in frigo a riposare per almeno 30 minuti (oppure in freezer per la metà del tempo)

Mettete la gelatina ad ammollare in acqua fredda. Dovrà rimanerci almeno 10 minuti.
Mescolate Philadelphia, mascarpone e ricotta, quindi unite lo zucchero e amalgamate per bene.
Prendete il latte e scaldatelo fino quasi a bollore. Strizzate la gelatina e fatela sciogliere a fuoco spento nel latte.
Una volta che si sarà intiepidita, unitela al ripieno principale.

Sciogliete la Nutella in qualche cucchiaio di crema di formaggio.

Riprendete la tortiera con la base di riso soffiato e versateci dentro il ripieno. Prendete ora la crema di Nutella e mettetela a cucchiaiate sopra il ripieno. Con l’utilizzo di uno stuzzicadenti formate le decorazioni marmorizzate a vostro piacimento passandolo dentro il ripieno.

Livellate il tutto per bene e mettete in frigorifero a rassodare per almeno 6 ore.

Una volta rassodata, decorate la superficie della cheesecake alla Nutella e riso soffiato con altro riso soffiato sulla superficie e qualche lamella di mandola.