All Posts By

admin

dolce

Biscotti Linzer

Dicembre 3, 2019

Ma anche voi sentite già profumo di Natale nell’aria? Io sì e mi è venuta subito voglia di sfornare biscotti speziati e riempire la casa di quel profumo di bakery che tanto adoro. Oggi vi propongo una ricetta di Chiarapassion, che ringrazio per farmi scoprire sempre preparazioni buonissime. L’unica mia variante, rispetto la ricetta originale di Enrica, è stata l’aggiunta di più spezie all’impasto, per rendere ancora più profumati questi biscotti e non ho messo il lievito.
Ve li consiglio perché sono super friabili grazie all’aggiunta della farina di mandole o nocciole e sono ottimi da inzuppare per una pausa tè tra amiche davvero gustosa.

Ingredienti
300 g di farina 00 o di tipo 1 (2 cups)
125 g di mandorle non pelate o nocciole (1 cup)
225 g di burro morbido (1/2 pound)
100 g di zucchero (1/2 cup)
1 uovo grande
1/2 cucchiaino di cannella
1/2 cucchiaino di Zenzero
semi di 1 bacca di cardamomo
1 seme schiacciato di chiodo di garofano
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
buccia grattugiata di limone
1/2 cucchiaino di sale
Per farcire e decorare
confettura di lamponi o mirtilli rossi
zucchero a velo

Tostate le mandorle o le nocciole in forno caldo per circa 10 minuti, una volta uscite dal forno strofinatele in un panno in modo da eliminare parte delle pellicine, fatele raffreddare e tritatele nel mixer con un cucchiaio di zucchero preso dal totale.
Nella ciotola del robot da cucina lavorate il burro a pezzetti morbido, l’uovo, lo zucchero, la farina, le mandorle o nocciole tritate, la scorza di limone, le spezie e il pizzico di sale. Sbattere bene per circa 3-4 minuti fino ad avere un bel impasto morbido e ben amalgamato. Dividete l’impasto in 2 panetti, avvolgeteli nella pellicola alimentare e fate riposare in frigo per almeno 1 ora.
Stendete la frolla su un ripiano infarinato e stendete ad uno spessore di 4-5 mm, con un taglia biscotti dal diametro di 5 e 1/2 cm ritagliate i biscotti e trasferiteli su una teglia rivestita da carta forno. Utilizzando un taglia biscotto piccolo a forma di stella, tagliare i centri di metà dei biscotti.
Mettete le teglie con i biscotti in frigo fino a quando il forno non raggiunge la temperatura. Infornate in forno caldo a 180° per circa 13-15 minuti fino a quando non sono belli dorati. Sfornate e fate raffreddare bene su di una gratella. Spolverate solo i biscotti con il foro al centro con lo zucchero a velo. Spalmate un cucchiaino di marmellata su ogni biscotto e chiudete a panino con il biscotto che avete spolverato con lo zucchero a velo.

primi

Gnocchi alla barbabietola su vellutata di piselli

Novembre 29, 2019

Tantissimi mi chiedono dove trovo il tempo per cucinare tutti i giorni e soprattutto per il giorno di Natale, dove non mi fermo mai (anzi si inizia dal 23 dicembre) e trovo la voglia continua di mettermi ai fornelli per sfornare manicaretti. La risposta è molto semplice, fa parte di me, da sempre. Ricordo le giornate pre-feste natalizie passate sul piano di marmo di nonna con le mani in pasta avvolte nelle sue, le lunghe tavolate di tagliatelle fresche che riempivano i tavoli di casa, il perenne profumo di prelibatezze appena sfornate che sempre mi hanno accolta. Diciamocelo tutto queste sensazioni non hanno prezzo e non posso fare a meno di riscoprirle anche oggi.  Per non smentirmi ho deciso di preparare gnocchi di barbabietola e ricotta, visto che il Natale si avvicina e devo iniziare a fare le prove del menu.

Per questa preparazione fedeli alleate sono state 2 grattugie della nuova serie MASTER di MICROPLANE che oltre ad essere super efficienti nel taglio sono molto belle da vedere. Per questo ho deciso di regalarvene un paio… Ho una proposta da farvi, colei/ui che mi propone la ricetta più creativa di una preparazione dove bisogna utilizzare le grattugie, le vince. Che ne pensate?

Vi assicuro che una volta provate non ne farete più a meno. La serie è composta da cinque grattugie resistenti. Ci sono ben quattro tipologie di lame (fine, doppia media, spessa e ultra spessa) oltre all’iconica Zester.

Vi parlo un po’ di più di Microplane, con sede a Russellville – è un marchio internazionale molto conosciuto a livello mondiale, rinomato soprattutto per la progettazione di accessori da cucina dalle lame incredibilmente affilati ed efficaci. Le grattugie Microplane hanno rivoluzionato il modo di lavorare degli chef professionisti e degli appassionati di cucina. 

PER circa 4 PERSONE

INGREDIENTI per gli GNOCCHI 
150 gr Barbabietole precotte (io uso quelle pratiche sottovuoto del supermercato)
150 gr Ricotta (preferibilmente di capra)
La scorza di 1 limone
60 gr Parmigiano grattugiato
250 gr Farina 00
60 gr di feta 
Sale, burro e pepe q.b.

INGREDIENTI PER LA VELLUTATA DI PISELLI
500 gr PISELLI 
1 cipolla di tropea
1 spicchio di aglio
Sale, olio e pepe q.b.

Disponete nel mixer la barbabietola tagliata a tocchetti insieme alla ricotta e frullate fino ad ottenere una consistenza liscia e cremosa.

In una terrina versate la farina, il sale, il parmigiano e la scorza di un limone aiutadovi con la grattugia Zester Microplane. Unite poi la purea di barbabietola e ricotta ed amalgamate, lavorate fino ad ottenere una consistenza compatta ed elastica. Se dovesse risultare troppo morbida aggiungete altra farina. Il composto sarà comunque piuttosto appiccicoso (non esagerate con la farina altrimenti coprirà troppo la dolcezza della barbabietola).
Tra le mani infarinate formate i vostri gnocchi. Io li adoro a forma di palline.

Man mano che sono pronti disponeteli su un piano infarinato. Poi fateli cuocere in acqua bollente salata fino a quando non torneranno in superficie. Una volta riemersi, prelevateli con la schiumarola e fateli saltare in padella insieme al burro fuso e al pepe. 

Dedicatevi alla preparazione della vellutata ai piselli.

Scaldate all’interno di una padella, un giro d’olio extravergine d’oliva. Tritate finemente la cipolla, aggiungetelo in padella insieme all’aglio schiacciato e lasciatelo soffriggere per qualche istante.
Aggiungete in padella i piselli e lasciate prendere calore. Unite in padella poca acqua calda e insaporite con un pizzico di sale. Fate cuocere i piselli per 10 minuti circa.
Trascorso il tempo necessario di cottura dei piselli, raccoglieteli all’interno del contenitore ad immersione e frullate il tutto. Unite ai piselli, tanto liquido di cottura necessario, quanto serve per ottenere un crema morbida. Regolate la crema con un pizzico di sale e pepe.

Tutto è pronto per impiattare: ponete sul fondo di un piatto un mestolo di vellutata e adagiate sopra gli gnocchi di barbabietola e qualche pisello non tritato. Finite con un giro di olio e una generosa grattugiata di feta con l’aiuto della lama Ultra spessa Microplane.

Servite il tutto ben caldo! A me piace bollente 🙂

primi

Cremosa ai legumi e cereali

Novembre 20, 2019

Non so voi, ma a me con questa aria frizzantina che è arrivata mi piace coccolarmi con delle buone vellutate, che scaldano animo e corpo. 

Amo il profumo che si emana per casa di verdura e legumi che tanto mi fanno tornare bambina e mi ricordano le innumerevoli zuppe che mia nonna prima e mia mamma poi, preparavano durante la stagione invernale. Ricordo la catena di montaggio che si creava: mia zia lavava le verdure che poi mia mamma tagliava, mia sorella si occupava del giusto dosaggio di sale e pepe e io dell’assaggia, tutto sotto il vigile controllo di nonna.

Purtroppo la vita frenetica settimanale non mi consentono di avere sempre il tempo per prepararle, ma per questo ci hanno pensato i Cuochi di Ninfa che hanno portato sulle nostre tavole le Cremose d’Autore. Io oggi ho scelto Emma: una cremosa Toscana di legumi e cereali integrali che ho voluto personalizzare con l’aggiunta di cavolini di bruxelles arrostiti e chicchi di melagrana.
Il risultato? Una vellutata buonissima che anche la mia dolce metà ha apprezzato.

Ingredienti per 2 persone: 
1 confezione di Emma
200 gr di cavolini di bruxelles
2 spicchi d’aglio
Spezie e erbe aromatiche a piacere (io ho usato salvia, timo e curcuma)
Sale, pepe e olio evo q.b.
I chicchi di mezzo melograno

Pulite, eliminate la parte finale e le foglie più esterne dei cavolini e tagliateli in due.

Poneteli su una teglia coperta da carta forno e aggiungete l’aglio, le spezie, le erbe aromatiche e un filo d’olio. Infornate a 200 gradi per circa 15 minuti.

Nel mentre scaldate Emma in una pentola fino quando prende il bollore.

Sgranate il melograno.

Non vi resta che impiattare. Ponete un generoso mestolo di cremosa in un piatto, aggiungete i cavolini e infine il melograno. Una spolverata di pepe e un filo d’olio finale e la vostra Cremosa d’Autore è pronta. Buon appetito!

dolce

Strudel ai frutti di bosco

Novembre 4, 2019

Oggi è un giorno speciale, il kekko compie gli anni e io non posso che preparare uno dei suoi dolci preferiti: lo strudel ai frutti di bosco. Ama i frutti rossi e la sfoglia… direi che questo è il suo dolce perfetto.

Ingredienti:
1 confezione di pasta sfoglia rettangolare
300 gr di frutti di bosco (io ho scelto more, mirtilli, lamponi e ribes)
2 cucchiai di miele
50 gr di pan grattato
zucchero di canna integrale q.b.
50 gr di pinoli
1 uovo

Srotolate la pasta sfoglia e immaginate di dividerla in 3 parti per il senso della lunghezza. Nella parte centrale dovrete versare il ripieno, sulle fasce laterali praticate dei tagli obliqui a distanza di 1 cm l’uno dall’altro. Appiattitela ulteriormente con il matterello e bucate la superficie con i lembi di una forchetta.
Cuocete i frutti di bosco per circa 10 minuti con il miele e 2 cucchiai di zucchero di canna.
Tostate il pan grattato e distribuitelo nella parte centrale dello strudel.
Sovrapponete i frutti di bosco e infine i pinoli tostati.
Sollevate le striscioline che avete creato ai lati, una alla volta, portandole verso il centro in maniera alternata.
Spennellate la superficie con l’uovo sbattuto e mettete ancora un po’ di zucchero di canna.
Cuocete in forno statico, già caldo a 200’, per circa 20 minuti. Una volta cotto lasciate raffreddare completamente lo strudel di frutti di bosco prima di tagliarlo e gustarlo.



piatto unico primi

Vellutata di zucca

Ottobre 28, 2019

Nel mio piccolo cerco sempre di mangiare bene e in modo equilibrato… Cosa significa per me “mangiar bene”?

Prediligo la dieta mediterranea nella mia alimentazione quotidiana, che si basa sull’assunzione di abbondante frutta (ovviamente scelgo sempre quella di stagione), verdura, vegetali in generale e cereali e un consumo adeguato di pesce, carne, uova e prodotti caseari.

Sapevate che l’alimentazione sana è un’ottima alleata per gestire al meglio malattie come la psoriasi? Ebbene sì… questa malattia colpisce molte persone e per avere qualche consiglio in più vi invito a visitare il portare creato ad hoc www.liberalapelle.it

Martedì 29 ottobre è la giornata mondiale della psoriasi, quindi quale momento migliore per approfondire l’argomento…
Qui troverete tante ricette buone e consigli su un equilibrato lifestyle da seguire. Quindi il mio motto è sì al cibo sano ma pur sempre con gusto

Oggi vi propongo una mia ricetta leggera e che solitamente piace a tutti: Vellutata di zucca e patate con cereali e dadolata di fontina.

Ingredienti per 4 persone:
750 gr di zucca
200 gr di patate 
½ cipolla
1 rametto di rosmarino 
1 rametto di salvia
1 spicchio d’aglio
500 ml di brodo vegetale 
Sale e pepe qb
Mix di semi qb
Formaggio tipo fontina qb

In una pentola (io uso quella a pressione) ponete l’aglio, il rosmarino, la cipolla tagliata fine e un filo d’olio. Fate rosolare il tutto con l’aggiunta di un cucchiaio d’acqua. Unite la zucca tagliata grossolanamente e le patate.

Fate cuocere per qualche minuto e poi aggiungete il brodo vegetale con un pizzico di sale e pepe. A questo punto lasciate cuocere per circa 30 minuti (15 se usate la pentola a pressione).

Trascorso il tempo necessario, passate la crema di zucca con un mixer e aggiustate di sale e pepe. Servite bella bollente con una manciata di mix di semi, di formaggio tagliato a cubetti e qualche fogliolina di salvia fresca.

Se vi piace potete aggiungere anche una grattugiata di zenzero fresco. Io lo apprezzo molto perché conferisce un pizzichio, tipico dello zenzero, che adoro.

#LiberaLaPelle #adv



primi

Zuppa dai sapori indiani

Settembre 25, 2019

Devo ammettere che il freddo non si è ancora visto (parlo piano prima che mi senta) ma non ho resistito alla preparazione di una zuppa. È davvero troppo tempo che non mi metto ai fornelli per vellutate o simili. Settimana scorsa mia cugina mi ha dato l’okra del suo giardino. Voi la conoscete? È una pianta originaria dell’Africa tropicale e coltivata nei paesi caldi e negli ultimi anni cresce anche qui. Ha interessanti proprietà nutritive e nutraceutiche. I suoi semi sono fonte di lipidi e proteine. Possiede tante fibre e pochissime calorie.
È spesso utilizzata nella cucina indiana e io oggi ho voluto riproporre una zuppa dai profumi asiatici.
L’ho cotta nella pentola in coccio per più di un’ora. Il giorno dopo? Era ancora più buona

Ingredienti:
200 gr di okra
1 cipolla
1 melanzana
2 zucchine
2 patate bollite
zenzero fresco qb
1 barattolo di pelati
200 ml di latte di cocco
aglio 2 spicchi
peperoncino qb
semi di senape (facoltativo)
cumino, curry, paprica qb
acqua 1 bicchiere circa


Iniziate facendo un soffritto con la cipolla, i 2 spicchi d’aglio, lo zenzero fresco tagliato finemente (la quantità è a piacere) il peperoncino e un filo d’olio.
Tagliando a rondelle l’okra e unitela alla cipolla. A questo punto aggiungete la melanzana e le zucchine tagliate. Fate cuocere per almeno 10 minuti. A questo punto unite le 2 patate precedentemente bollite e tagliate grossolanamente. Aggiungete la confezione di pelati, l’acqua e le varie spezie. Lasciate cuocere la minestra a fuoco dolce per almeno 1 ora. A metà cottura aggiungete il latte di cocco.
A mio parere le zuppe più cuociono e più sono buone. Servire bollentissima 🙂



Uncategorized

Banana bread

Settembre 20, 2019

Oggi finalmente riesco a postarvi la mia ricetta del banana bread. Un dolce leggero e ottimo per la colazione. Anche per chi di voi è a dieta, segnatevi la ricetta perché è senza zucchero, burro o altri grassi ad eccezione di un goccio d’olio. Io solitamente lo taglio a fette e lo arricchisco con un velo di burro di arachidi o di marmellata e poi vado di inzuppo nel mio caffè e latte. Ve lo propongo con nocciole e cannella, ma ho provato a farlo con mandorle e altre spezie come zenzero, cardamomo, noce moscata e vi assicuro che il risultato è sempre ottimo.

Ingredienti:
4 banana mature
150 gr di yogurt greco
3 cucchiai di miele
40 ml di olio (io ho usato quello di cocco)
100 gr di farina di nocciole
120 gr di farina 00
80 gr di farina di grano saraceno
25 gr di semi di chia (o altri semi)
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di cannella

Sbuccia le banane (una la tenetela da parte per la decorazione) e frullatele insieme allo yogurt e al miele. Aggiungete successivamente l’olio.
Setacciate le farine poi aggiungi le nocciole tritate finemente e i semi di chia, la cannella e infine il lievito.
Versate in uno stampo da plumcake infarinato o rivestito di carta forno, taglia la banana rimasta in due e disponila sulla superficie e aggiungete anche qualche nocciola tritata grossolanamente. Inforna a 180° per 1 ora (fate la prova stecchino).


dolce

Quadrotti alle pesche

Settembre 16, 2019

Mamme “back to school”. Ebbene sì le scuole sono ricominciate. Oggi voglio suggerirvi una merenda da mettere negli zaini dei vostri figli per una merenda che piacerà sicuramente. Soffice, leggera e super gustosa al palato, vi assicuro che non li deluderà.
La pesca è la protagonista, uno dei miei frutti preferiti e che ormai ci sta salutando insieme all’estate.

INGREDIENTI:
3 uova medie
140 gr di zucchero + q.b. per la superficie
100 gr di ricotta
80 gr di succo di limone
La scorza di un limone
230 gr di farina 00 (oppure altre farine)
50 gr di fecola di patate
60 gr di olio di riso o dell’olio di semi preferito
1 bustina bustina di lievito 
3 o 4 pesche noci
Confettura di pesche qb
Zucchero a velo per decorare q.b.decorare

Sbattere le uova con lo zucchero. Unire ricotta, olio, succo di limone e la scorza. Mescola e poi aggiungi le farine e infine il lievito

Versa il composto in una teglia da forno aggiunge le fette di pesca e qualche cucchiaio di confettura qua e là. Infornare a 180 gradi per 25 minuti.
Una volta sfornata e fatta raffreddare, tagliatela a quadrotti e finite con una spolverata di zucchero a velo.

piatto unico

Piadina alla barbabietola

Settembre 13, 2019

Le piadine piacciono a tutti, sono un ottimo piatto da consumare velocemente sia a pranzo sia a cena. Non amo acquistare quelle pronte del supermercato, trovo che farle in casa sia davvero facile e veloce (sono pronte in 5 minuti). Oggi però invece della classica piada vi propongo una versione che vi stupirà. All’impasto ho aggiunto la barbabietola che conferisce una croccantezza diversa e un retrogusto dolciastro davvero buonissimo.

Ingredienti per 4 piadine
250 gr di barbabietola già cotta (io prendo quelle sottovuoto che si trovano al supermercato)
300 gr di farina + quella per il piano di lavoro (io ho mixato la manitoba e grano saraceno) 
40 ml di olio
sale qb

Tramite l’uso di un tritatore o di un mixer, riduceta la barbabietola in una crema. Unite tutti gli altri ingredienti e impastate per bene. Se il composto risulta troppo appiccicoso aggiungete altra farina.
Dividete l’impasto in 4.

Stendete i singoli impasti su un piano di lavoro infarinato con l’aiuto di un mattarello. Fate la classica forma circolare della piadina e cuocetala qualche minuto per lato. Io preferisco far dorare per bene entrambi i lati, mi piace bella croccante. 

L’ho infine farcita con pak choi, catalogna, scalogno saltati in padella con un filo d’olio e qualche fiocco di latte. Bella e buona!

secondi

Polpette trita, speck e porri

Settembre 3, 2019

Chi non ama le polpette. Sono quel piatto he mette sempre d’accordo adulti e bambini (la mia Sofi le adora. Per lei evito il peperoncino).In questa versione ho usato la trita di manzo e per dare un sapore più deciso ho aggiunto speck e porri stufati.
Avete qualche altra versione interessante da suggerirmi?

Ingredienti per 3/4 persone:
300 gr di trita scelta
60 gr di speck tagliato finemente
2 porri
2 uova
60 gr di pan grattato
60 gr di parmigiano
4 pomodori secchi 
1 cucchiaio di capperi
1 cucchiaio di olive taggiasche
1 pizzico di peperoncino
1 acciuga 

Qualche foglia di basilico e rosmarino

Lavare bene il porro, tagliarlo a rondelle sottili e farlo stufare in padella con un filo d’olio e un goccio d’acqua fino a quando risulta ben cotto.

Tritate a coltello i pomodori secchi con le olive, l’acciuga, i capperi, il pepeoncino e le foglie di basilico e rosmarino.Aggiungetelo alla carne insieme ai restanti ingredienti e ai porri stufati e tagliati finemente.
Salate e pepate (io ho messo anche un pizzico di noce moscata).
Mescolate bene la trita con gli ingredienti.

A questo punto formate le vostre polpette.

In una pentola scaldate olio con rosmarino e salvia. Cuocete le polpette per circa 15 miunuti finchè risultano ben cotte.
Io le ho setvite con quache straccetto di speck avanzato e una grattugiata di parmigiano.