Browsing Tag

mandorle

primi

Risotto al lime con verdure e gamberi al vapore e bevanda alla mandorla

Agosto 27, 2019

Visto che ormai la prova costume è arrivata direi di continuare con cibi sani ma comunque gustosi. La cosa importante è non rinunciare mai al gusto.
Oggi vi propongo un riso al lime, arricchito da verdure e gamberi cotti al vapore, il tutto accompagnato da una bevanda fresca home made alla mandorla. Come ho fatto tutto questo? Ho utilizzato gli accessori Lékué di Schoenhuber, sono in silicone platinico pratici da usare, ottimi per congelare, decongelare, per una cottura in microonde, in forno tradizionale e infine il lavaggio in lavastoviglie.

Schoenhuber è un’azienda leader del settore con 179 anni di storia ed esperienza alle spalle: attraversato tre secoli e otto generazioni è oggi una realtà importante e dinamica che guarda al futuro e all’innovazione. Innovativa è la vasta gamma di prodotti che oggi propone e che distribuisce a livello internazionale. Per scoprirne di più curiosate qui https://www.schoenhuber.com/

RISOTTO
Ingredienti per 2 persone:
120 gr di riso 
1 broccolo
200 gr di carote
150 gr di gamberi 
1 Scalogno 
1 spicchio di aglio
Brodo vegetale q.b.
Olio q.b.
2 Lime
Sale e pepe rosa

Tritate finemente lo scalogno e mettetelo in una casseruola con l’aglio, 2 cucchiai di olio e 2 cucchiai di brodo. Fatelo stufare e aggiungete il riso. Fatelo tostare poi sfumatelo con il succo di 1 lime.
Proseguite la cottura con il brodo di verdura sempre bollente.

Nel mentre lavate le verdure e i gamberi.
Ho tagliato il broccolo con il Veggie Ricer e ho messo il tutto nella vaporiera Lékué.


Sul piano più alto ponete i gamberi, nel secondo le verdure. Ponete il tutto su una pentola con acqua bollente e fate cuocere per circa 10 minuti

A fine cottura del riso spegnete il fuoco e aggiungete il succo di 1 lime, la scorza di 1/2 lime, il parmigiano, 1 cucchiaio di olio, la noce di burro e mescolate energicamente. Impiattate il riso ed aggiungete su ogni piatto la scorza del lime rimasta, i gamberi le verdure e pepe rosa.

BEVANDA ALLA MANDORLA
Ingredienti:
mandorle
latte di soia
acqua 

Per la bevanda alla mandorla ho utilizzato il pratico contenitore Veggie Drinks di Lékué.
Ho aggiunto le mandorle fino dove è indicato sul contenitore. Ho aggiunto un mix tra acqua e latte di soia (anche la dose della parte liquida è segnalata sul contenitore). Ho lasciato in frigo per 1 notte intera). Trascorso il tempo necessario ho frullato il tutto e fatto riposare per un’altra ora. Ho inserito il filtro e versato la mia bevanda nel bicchiere.   



dolce

Pancake alla banana

Giugno 22, 2018

Il risveglio che preferisco? Fare colazione con i pancake arricchiti di marmellata, sciroppo d’acero e frutta. Magari serviti con una tazza di cappuccino fumante. Adoro!
La versione che vi propongo oggi ha un impasto di albumi, latte di riso e banana. Poi ho aggiunto una crema spalmabile di mandorle e frutta secca. Tutti ingredienti BIO della linea NutryBio

Andata a dare un’occhiata ai pacchetti detox. Offrono ottimi ingredienti per ricette facile, veloci e sane. Con il codice violap20 avrete il 20% di sconto!

Ecco la ricetta per i miei pancake.

Ingredienti per 2 persone
3 albumi
1 banana
mezzo bicchiere di latte di riso
crema sfaldabile alla mandorla qb
frutta secca qb
Fragole qb

In una ciotola schiacciate la banana con una forchetta. Aggiungete gli albumi e il latte. Sbattete il tutto fine ad avere un composto morbido.
Scaldare una pentola con un filo di olio e posizionare 1 mestolo di impasto (io ho usato degli stampini a cuore). Far cuocere circa 1-2 minuti per lato (finché risultino dorati).

Farcire con la crema spalmabile alle mandorle, frutta secca e qualche fragola a dadini.

Buona colazione

primi

Vellutata di piselli e gamberoni

Marzo 31, 2018

A chi non capitano i giorni in cui si è di corsa e si ha poco tempo da dedicare alla cena? Alzi la mano chi vorrebbe un aiutante ai fornelli… ecco io l’ho trovato: Cook Processor Artisan di KitchenAid. Un robot che affetta, trita, sbatte, mescola, cuoce, impasta… insomma un ottimo aiutante per tutti i giorni.

E… solo per voi e per ora tutto Aprile, con il codice KALIT18 nell’apposita sezione del sito KitchenAid dedicata allo shopping online, avrete diritto a uno sconto del 20% su tutti i prodotti all’interno della gamma di piccoli elettrodomestici del Brand.

Oggi vi consiglio un ottimo entreé per il vostro pranzo di Pasqua: leggero ma molto appetitoso. Piselli e gamberi sono i protagonisti.
Ecco la ricetta:

INGREDIENTI per circa 3 persone
500 g di piselli novelli
6 gamberoni
1 spicchio d’aglio
vino bianco q.b.
1/2 cipolla rossa
noce moscata q.b.
4 Cucchiai di olio extra vergine di oliva
lamelle di mandorle q.b.
brodo vegetale q.b.
mandorle a lamelle q.b.

STEP 1
Mettere nella pentola il mescolatore con la cipolla, i piselli, la noce moscata, l’olio, il sale e il pepe, posizionare su Stufare P3, impostare manualmente il timer a 15 minuti e premere Start per avviare la cottura.

A parte, in padella scaldare 1 cucchiaio d’olio con l’aglio schiacciato. Far saltare per 5 minuti i gamberi e sfumare con il vino bianco. Lasciare riposare.

STEP 2
Dopo circa 3 minuti che il robot ha iniziato la cottura, sostituire il mescolatore con la lama. Chiudere il coperchio e premere Start per proseguire la cottura. Controllare che i piselli non siano troppo asciutti ed eventualmente aggiungere un po’ di acqua (io ho aggiunto un bicchiere di brodo vegetale). Gli ultimi 30 secondi mettere la potenza della lama al massimo cosi da ottenere una crema. Impiattare completando con i gamberi, un pizzico di prezzemolo e mandorle a lamelle.
Buon appetito e buona pasqua a tutti!!

dolce

Crostata alle pere e crema di mandorle

Dicembre 5, 2017

Crostata di pere e crema di mandorle: come trasformare una preparazione base della nostra pasticceria, la frolla, in una torta diversa e super golosa! Un gusto strepitoso per un dolce che è un dessert degno di una pasticceria, ma facile da fare e che va bene anche per una merenda o un brunch con gli amici.

Ingredienti
PER LA PASTA FROLLA:
Farina 00 300 gr
Burro 180 gr
Zucchero 120 gr
Tuorli d’uovo n°3
Vanillina
Scorza di limone (quantità a piacere. Io solitamente uso la scorza di mezzo limone)
Un pizzico di sale

PER LA CREMA DI MANDORLE:
125 g di farina di mandorle
225 g di zucchero
1 uovo
50 g di cocco essiccato

PER LA CREMA PASTICCIERA:
175 g di latte
3 tuorli
25 g di maizena
80 g di zucchero
3 pere mature
La crostata di pere e crema di mandorle parte dalla preparazione della crema pasticciera classica. In una casseruola lavorate i tuorli con lo zucchero, usando il cucchiaio di legno. Aggiungete a poco a poco la farina, senza smettere di mescolare finché il composto risulta amalgamato. Versate poco per volta, e sempre girando, il latte bollente in cui avete messo un po’ di vaniglia oppure un po’ di buccia di limone grattugiata. Ponete sul fuoco, continuate a mescolare, fate sobbollire per 3-4 minuti.
Realizzate anche la crema di mandorle, frullando la farina di mandorle con lo zucchero, l’uovo ed il cocco essiccato. Mescolate molto delicatamente la crema pasticciera alla crema di mandorle. Versate la crema in una terrina e lasciatela raffreddare girandola di tanto in tanto, perché non si formi la pellicola sulla superficie.
Unite gli ingredienti per la frolla in una ciotola della planetaria e impostate per fare la vostra frolla. Fate riposare per mezz’ora in frigorifero.
Tirate la pasta frolla formando un disco di mezzo centimetro di spessore e adagiatela in uno stampo da 26 cm di diametro, coprite con carta forno cosparsa di fagioli secchi, ponete in forno caldo a 180° e cuocete per 15 minuti.
Eliminate carta e fagioli, versate la crema sulla base di frolla. Tagliate le pere a fettine e disponetele a raggiera sulla crema. Cuocete ancora in forno caldo a 170° per 30-40 minuti.
Fate raffreddare la crostata di pere e crema mandorlata prima di servirla e spolverizzatela con dello zucchero a velo.

dolce

Biscotti vegani cocco e mandorle

Novembre 14, 2017

Amo il cibo in tutte le sue forme, per questo mi piace sperimentare ingredienti e sapori per piatti sempre diversi. Oggi deliziosi biscotti vegani al cocco e mandorle. Provare per credere… Senza uova, latte e burro otterrete un dolce ideale per ogni momento della giornata.

Ingredienti:
300 gr di mandorle
80 gr di cocco fresco
159 gr di albicocche secche
30 gr di semi di girasole
30 gr di semi di zucca
1 limone non trattato
succo di mela q.b.
50 gr di cioccolato fondente
farina di cocco q.b.

Tritate nel mixer il cocco fresco con le mandorle e le albicocche. Aggiungere i semi di girasole, di zucca, la scorza grattugiata del limone, 2 cucchiai di succo di mela e azionare fino ad ottenere un composto omogeneo.

Formate con le mani inumidite delle palline, schiacciatele, disponetele sulla placca foderata con carta forno e cuocetele in forno già caldo a 150° per circa 20 minuti.

Sfornate i biscotti e trasferiteli a raffreddare su una gratella. Fate fondere il cioccolato a bagnomaria e intingetevi i biscotti per metà, poi spolverizzateli con farina di cocco (in alternativa potete usare mandorle a lamelle o pistacchi grattugiati).

dolce

Torta rovesciata di mele al miele e rosmarino

Marzo 21, 2017
Torta rovesciata di mele al miele e rosmarino

Domenica era la festa del papà e come da tradizione volevo preparare un dolce. Il preferito di mio papà? Qualsiasi purché a base di mele. Non volevo impastare la solita frolla così ho cercato una ricetta alternativa e ne ho scovata una che abbina mele, miele e rosmarino. All’inizio ero un po’ scettica (conoscendo i gusti tradizionali di mio papà un’erba aromatica in un dolce mi lasciava perplessa) e invece mi sono ricreduta. Il retrogusto del rosmarino, non troppo incisivo ma lieve, ha conferito alla torta un sapore davvero ottimo. Anche papà Bruno ha apprezzato 🙂

Ingredienti
300 gr di farina
60 gr di farina di mandorle
3 uova
180 gr di burro
200 gr di zucchero di canna
120 gr di miele
1 vasetto di yogurt
3 mele
1 rametto di rosmarino
1 bustina di lievito
zucchero a velo

Tritare gli aghi di rosmarino in modo da ottenere un cucchiaio colmo.
Montare lo zucchero con il burro morbido. Unire metà del miele, il rosmarino e le uova (una alla volta). Poi incorporate la farina setacciata con il lievito, quindi anche la farina di mandorle e lo yogurt.

Imburrare e infarinare il bordo di una stampo a cerniera da 24 cm e foderare il fondo con carta forno. Lavate le mele, tagliatele a rondelle di 1/2 centimetro di spessore. Infornate i dischi di una mela coperti da un pizzico di zucchero di canna e miele, funzione grill del forno per circa 15 minuti (fino quando iniziano a dorare).
Distribuire il miele restante sul fondo della tortiera e copritelo con parte delle mele. Versare un sottile strato di impasto, sistematevi sopra le mele rimaste e quindi unite il resto dell’impasto.

Cuocere la torta in forno a 180° per 50 minuti. Lasciatela intimidire, poi aprite la cerniera e rigirate la torta eliminando a carta forno. Coprire con le cips di mele e una spolverata di zucchero a velo.

dolce

Camille

Marzo 9, 2017
Camille

Un dolce che mi ricorda la mia infanzia? Le camille: un soffice piacere ottimo per la colazione e per snack di metà mattina.
Il segreto? delle carote super dolci.

Camille_UnPizzicodiViola 01

Ingredienti
Carote 300 gr
Zucchero 130 gr
Farina di mandorle 70 gr
Farina 00 180 gr
Fecola di patate 50 gr
Uova 1 + 1 tuorlo
Olio di semi 130 ml
Lievito vanigliato in polvere per dolci 1 bustina

Camille_UnPizzicodiViola 02

Lavate e sbucciandole le carote, poi tritatele finemente in un mixer. In un’ampia ciotola montate le uova con lo zucchero.
Quando il composto sarà chiaro e spumoso, aggiungete le carote tritate e l’olio di semi.
Setacciate e mescolate insieme la farina, la farina di mandorle, la fecola di patate, il lievito e incorporatele al composto di uova e zucchero. L’impasto dovrà risultare molto morbido. Foderate gli stampi da muffin con dei pirottini di carta e versate in ogni stampino il composto di carote ottenuto.
Infornate i tortini in forno statico preriscaldato a 180°C per circa 20/25 minuti, fino a quando inserendo uno stecchetto al centro di uno dei tortini ed estraendolo, questi non risulterà asciutto. Raffreddate le camille, estraetele dagli stampi e servitele cosparse di zucchero a velo.

Qualche mia variante:
• mi è capitato di usare oltre alla farina di mandorle e a quella 00 la farina d’avena: 70 gr di f. mandorle 120 fi f. 00 e 60 gr di f. d’avena.
• di posizionare sopra il composto, prima di infornare le camille qualche mandorla intera infarinata. Conferisce al dolce una croccantezza davvero gustosa
• di sostituire la farina di mandorle con quella di cocco.

Buona merenda!

dolce

Torta con amaretti e ricotta

Aprile 3, 2016

Torta-amaretti-e-ricotta01

 

 

 

 

Oggi vi presento una torta rustica e veloce ma davvero buona.

L’ho preparata in occasione del 95esimo compleanno di mia nonna. Lei adora le torte semplici e con pochi ingredienti…insomma non troppo pesanti e impegnative. Questa fa al mio caso e sono sicura che sarà apprezzata da tutta la famiglia:)

Se volete renderla ancora più sfiziosa consiglio di servirla con una pallina di gelato alla crema o alla vaniglia, magari con l’aggiunta di una lacrima di amaretto di saranno.
Torta-amaretti-e-ricotta02

Ingredienti
per la frolla
300 g di farina 00
120g di zucchero
100 g di burro morbido
1 uovo
1 bustina di lievito vanigliato
zucchero al velo per decorare

per il ripieno
300 g di ricotta di capra (consiglio quella di capra perché con i dolci è la migliore. Ma anche le altre vanno bene)
90 g di zucchero
50 g di mandorle tritate
1 uovo
200 g di amaretti

Iniziate tritando gli amaretti e le mandorle.
In una ciotola riunire gli ingredienti per il ripieno e mescolarli bene in modo da ottenere un composto omogeneo.
In una planetaria ponete la farina, il burro, l’ovo, il lievito e lo zucchero. Azionare la macchina e impastare il tutto (in alternativa potete impastare a mano).

Dividete l’impasto in due. Ricoprire il fondo di una tortiera di carta forno e sbriciolare sopra metà dell’impasto, sgranandolo tra le dita. Versate sopra il ripieno preparato badando a distribuirlo in uno strato il più possibile uniforme. Ricoprire con l’altra metà dall’impasto sempre sbriciolato e infornare a 200° per 25 minuti circa.

Servire con una spolverata di zucchero a velo.

dolce

Torta di mandorle alle mele intere ripiene

Febbraio 28, 2016

Qualche mese fa, nel decidere il menu di Natale, io e mia zia Ia ci siamo armate di diversi libri e riviste dedicati alle festività. Tra una ricetta e l’altra ne abbiamo scovata una che subito ci ha conquistate. Avendola scartata per il Natale (il menu era ormai fin troppo ricco ;)) l’ho conservata e ve la propongo oggi. Cosa c’è di meglio in questa domenica uggiosa che un gustoso dolce di mandorle e mele? E che mele…intere e con un ripieno da leccarsi i baffi.

Provare per credere…

Torta di mandorle alle mele intere ripiene2

Ingredienti per l’impasto:
200 g di farina 00
150 g di burro
150 g di zucchero
4 uova
150 g di mandorle tritate
1 bustina di lievito in polvere per dolci
1 cucchiaio di cannella
1 limone non trattato
1 pizzico di sale

Per il ripieno:
6 mele piccole
50 g di uvetta
70 g di amaretti
50 g di mandorle tritate grossolanamente
80 g di burro
80 g di zucchero di canna
3 cucchiai di rum
1 cucchiaio di amaretto di Saronno
1 cucchiaino di cannella

 

Torta di mandorle alle mele intere ripiene3

Per il ripieno mettete in ammollo l’uvetta in acqua calda.
Sbriciolate finemente gli amaretti e metteteli in una ciotola. Aggiungete le mandorle tritate grossolanamente, lo zucchero, il burro sciolto, la cannella, le uvette strizzate, il rum ed il liquore all’amaretto. Mescolate con cura fino ad ottenere un composto ben omogeneo.

Private le mele della calotta, che terrete in parte, e svuotatele al centro con uno scavino. Ricavate una cavità abbastanza ampia. Farcite con il ripieno preparato, sistemarle in una teglia foderata con carta forno, ricomponetele con le loro calotte e cuocetele in forno già caldo a 200° per 20 minuti. Lasciatele poi raffreddare.

Per l’impasto setacciate la farina con il lievito e la cannella. Fate leggermente sciogliere il burro e montarlo con le fruste unendo lo zucchero. Aggiungere poi le uova, una per volta, continuando a mischiare, quindi il mix di farina, le mandorle tritate (conservatene qualche cucchiaio da spolverare sopra), la scorza grattugiata di mezzo limone, un pizzico di sale. Mescolate bene.

Versate il composto in una tortiera quadrata da 28 cm circa foderata da carta forno (se non l’avete anche una rotonda andrà benissimo). Sistemate all’interno le mele farcite e spolverate con le mandorle tritate rimaste. Cuocete in forno già caldo a 180° per 40 minuti.
Sfornate, far raffreddare e servire con una spolverata di zucchero a velo.

Se avete a disposizione altra frutta secca, in alternativa alle mandorle, come noci e nocciole, andrà benissimo comunque.

dolce

Pane dei morti

Novembre 17, 2015

Con qualche settimana di ritardo vi propongo il “Pane dei morti”, biscotti tradizionali, sempre una certezza di bontà!

L’aspetto effettivamente non è dei più invitanti, ma le vostre papille gustative non la smetteranno più di farvi i complimenti: una garanzia!
Chi ama tutti i dolci e soprattutto i gusti della frutta secca e delle spezie ne sarà entusiasta (chiedete a mia zia Giovi…li ho appena fatti per lei che ne va matta!).
Vi assicuro che la preparazione è molto semplice. Il passaggio più “lungo” è pesare e tritare gli ingredienti (che sono parecchi). Poi è sufficiente unirli nella ciotola di una planetaria, se l’avete, oppure in un contenitore capiente e impastare il tutto.

In questo periodo dell’anno li si trova spesso in vendita nei supermercati ma se fatti in casa daranno molta più soddisfazione al vostro palato, per non parlare del profumino una volta sfornati: vi ringrazierà tutto il condominio!!
Bè ancora più appagante è bussare alla porta di chi è un po’ giù di morale (visto le ricorrenze di inizio mese): una bella scatola piena di queste delizie, un the caldo, sorrisi e chiacchiere tra amici. Credetemi, un toccasana per lo stomaco e per l’anima!

Tutti pronti?? Non vi resta che iniziare!

Ingredienti per circa 25 biscotti:
Uova 6 albumi
Cannella in polvere 1 cucchiaio
Chiodi di garofano 2/3 schiacciati (dipende quanto vi piacciono)
Noce moscata una spolverata
Fichi secchi 120 gr
Vino santo (o altro vino liquoroso. Io non l’avevo in casa ed ho usato il Marsala) 100 ml
Biscotti secchi 100 g
Amaretti 100 g
Farina tipo 00 250 g
Mandorle 120 g
Zucchero 300 g
Cacao in polvere 50 g
Uvetta 120 g
Lievito chimico in polvere 10 g
Savoiardi 300 g

Iniziate mettendo in ammollo le uvette in una tazza piena d’acqua (io ho aggiunto anche un po’ di Amaretto di Saronno che mi piace) quindi ponete nella tazza di un mixer e tritate finemente: i biscotti secchi, gli amaretti, i savoiardi, le mandorle e infine i fichi secchi. Trasferite i composti tritati in una terrina capiente oppure nella ciotola della planetaria.
Aggiungete lo zucchero semolato, la farina, il cacao, le spezie, le uvette strizzate, il vin santo, gli albumi e infine il lievito.
Azionate la planetaria oppure impastate il tutto fino a che il composto sarà sufficientemente compatto, trasferitelo su una spianatoia infarinata e lavoratelo con le mani fino ad ottenere un impasto omogeneo e abbastanza consistente. Formate un panetto e dividetelo a fette di circa 1 cm di spessore e lungo circa 10 cm. Lavorate il composto fino ad ottenere la classica forma ovale.
Ricoprite una leccarda o una teglia con carta da forno e sistemateci i vostri pan dei morti,  distanziandoli di qualche cm l’uno dall’altro. Cuocere i biscotti in forno preriscaldato a 180° per 20/25 minuti, quindi sfornateli, spolverizzate con zucchero a velo e lasciateli raffreddare.
Io solitamente non resisto e li mangio subito (anche caldi) ma andrebbero serviti solo dopo averli lasciati riposare per almeno due giorni. I sapori si amalgamo e intensificano.

Un consiglio: se adorate il cioccolato potete aumentare la dose del cacao o aggiungere gocce di cioccolato nell’impasto.