Browsing Tag

ceci

primi

Vellutata di ceci e feta

Dicembre 20, 2018

Iniziamo le cene detox pre Natale. Questa sera vellutata ai ceci con cubetti di feta e pepe con l’aiuto del mio Cook Processor Artisan di KitchenAid. è facilissimo: preparo gli ingredienti aziono il mio robot e il gioco è fatto.

Se siete interessati al robot con il codice KALIT18 nell’apposita sezione del sito KitchenAid dedicata allo shopping online, avrete diritto a uno sconto del 20% su tutti i prodotti all’interno della gamma di piccoli del Brand.


Ingredienti
1 cipolla grande, pelata e tagliata
500 g di ceci in scatola sgocciolati
1 L di brodo vegetale
feta q.b.
pepe
prezzemolo q.b.

Inserire nella pentola la lama ’MultiBlade’. Aggiungere cipolla. Chiudere il coperchio. Premere per 5 secondi su Pulse. Selezionare BOLLIRE P2 e premere Start. Sul display comparirà Passo 1. Premere Start per confermare.

Successivamente versare gli altri ingredienti nella pentola (ad eccezione della feta). Richiudere il coperchio rimuovendo però il tappo. Premere Start.

Raggiungere gradualmente la velocità 10 e azionare per 1 o 2 minuti. Aggiungere pepe, prezzemolo fresco e cubetti di feta a piacere e servire calda.

secondi

Polpette di spinaci e ceci

Maggio 10, 2017
Polpette di spinaci e ceci

Le polpette sono sempre un ottimo piatto salva cena. Spinacini freschi e ceci sono alla base di questa ricetta semplice ma molto appetitosa. Ottime per un aperitivo finger food o come secondo da accompagnare a un bel piatto di insalata.

Ingredienti per circa 25/30 polpettine

400 gr di ceci in scatola
400 gr di spinaci freschi
1 scalogno
1 pizzico di aglio
noce moscata q.b.
curcuma q.b.
20 gr di parmigiano
20 gr di pan grattato
semi di lino q.b.
semi di sesamo q.b.


Tritare nel mixer i ceci con un filo d’olio e i semi di sesamo precedentemente tostati in padella e un pizzico di aglio.

Tagliare finemente lo scalogno e farlo appassire in pentola con un filo d’olio evo. Aggiungere gli spinaci freschi lavati, strizzati e sminuzzati (potete sostituirli con quelli congelati). Fare cuocere per 5 minuti. Aggiustare di sale e pepe e poi passare il tutto nel mixer.

Unire la purea di ceci con quella di spinaci, aggiungere un pizzico di noce moscata, curcuma, parmigiano e pan grattato.

Il composto risulterà piuttosto morbido.

Con l’aiuto di un cucchiaio formare le polpette e porle sulla leccarda coperta di carta forno.

Spolverizzatele con i semi di lino e passate le polpette in forno a 180° per circa 30 minuti (fino a quando avranno un colore dorato).

piatto unico

Triangoli al tartufo e funghi porcini su crema di ceci

Dicembre 18, 2016
ravioli scoiattolo

In commercio si trovano molti ravioli confezionati ma spesso di dubbia qualità. Se volete andare sul sicuro provate la xmas limited edition Scoiattolo. Vi assicuro che sono strepitosi. Due gusti in commercio: all’astice e al tartufo e funghi e porcini.
oggi vi propongo una ricetta per la versione ai funghi.
ravioliscoiattolo_unpizzicodiviola-01web ravioliscoiattolo_unpizzicodiviola-03web

Ingredienti
per 2 persone:
1 confezioni di triangoli al tartufo e funghi porcini Scoiattolo
100 g di ceci sgocciolati
mezzo scalogno
una manciata d pinoli
brodo q.b.
parmigiano q.b
olio q.b.
pepe q.b.
sale q.b.

Tagliare finemente mezzo scalogno e dorare in pentola con 2 cucchiai di olio. Unire i ceci sgocciolati, un mestolo di brodo, sale e pepe. Insaporire il tutto per qualche minuto, quindi passare al mixer a immersione per ottenere una crema.

Portare a bollore abbondante acqua salata e cuocere per 2 minuti i triangoli al tartufo e funghi porcini.

Tostare i pinoli.

Ora… tutto è pronto per comporre il vostro piatto: preparare un letto di crema ai ceci, sulla quale disporrete i ravioli, il parmigiano, un filo d’olio e infine i pinoli tostati.

Buon appetito!

antipasti contorni

Hummus di barbabietola

Luglio 31, 2016

Hummus-di-barbabietola 00
Una golosa e accattivante alternativa al classico hummus di ceci? Quello alla barbabietola, dove il colore è il protagonista, ma vi assicuro che anche il sapore non è niente male!
Ottimo come antipasto spalmato su crostini di pane croccante ma anche come contorno di carne e pesce.

Ingredienti
300 g ceci (precotti)
1/2 scalogno
150 g barbabietole (precotte, sottovuoto)
70 g tahina (pasta di sesamo)
1 spicchio d’aglio
1 limone
olio di oliva
semi di sesamo

Ridurre a pezzetti la barbabietola. Frullarla con i ceci scolati, mezzo scalogno, due cucchiai scarsi di tahina, lo spicchio d’aglio, il succo di un limone. Tritare finchè il composto non sarà omogeneo.

Aggiungi qualche cucchiai di olio e un goccio d’acqua fino ad ottenere la consistenza desiderata. Unire i semi di sesamo.

L’hummus è pronto.

La quantità degli ingredienti è approssimativa. Se adorate il sapore deciso dell’aglio o dello scalogno potete tranquillamente aumentare le dosi, oppure diminuirle se non li gradite. Fate voi 🙂

antipasti

Hummus di ceci a modo mio

Marzo 1, 2016

Adoro l’hummus di ceci.
Nella versione che vi propongo ho messo un pizzico di basilico, che non è presente nella ricetta originale, ma a mio parere, conferisce un ottimo aroma alla crema.

I ceci, ingrediente base della ricetta, oltre ad essere molto buoni hanno diverse caratteristiche positive. sono il sostituto ideale per chi ha deciso di non introdurre più la carne nella sua dieta, inoltre sono ricchi di fibre.

L’hummus è ottimo per accompagnare pesce, carne, verdure o semplicemente dei crostini.

 

Hummus 1

 

Ingredienti per 3 persone

Ceci precotti 200 g
Semi di sesamo 80 g
Acqua calda 50 g
Limoni il succo di circa mezzo limone
Olio di semi di sesamo 30 g (se non l’avete usate pure l’olio extravergine di oliva se volete un sapore più forte, oppure quello di arachidi per un sapore più dolce)
Paprika 1 cucchiaino
Aglio mezzo spicchio
Sale fino q.b.
Pepe q.b.
Prezzemolo 1 ciuffo
Basilico 5 foglie

Per preparare l’hummus iniziate con la tahina (potete anche utilizzare quella in commercio se preferite): versate i semi di sesamo in una padella antiaderente e tostateli a fuoco dolce per 2-3 minuti. Poi trasferiteli in un mixer con l’acqua tiepida e l’olio. Tritate il tutto.
Aggiungete i ceci sgocciolati, mezzo aglio (senza anima), il sale, il pepe, la paprika e il succo di circa mezzo limone (il limone va a gusto. Iniziate con spremerne una parte e assaggiate il composto. Regolatevi voi se aggiungerne ancora).
Aggiungete ora il prezzemolo e le foglie di basilico. Tritate.
L’hummus è pronto.

Io lo servo come sostituito al classico pinzimonio, con verdure a crudo (sedano, carote, finocchio,ecc), oppure spalmato su pane caldo croccante. Un ottimo antipasto. Super consigliato…

antipasti

Farinata di ceci

Novembre 26, 2015

Viaggiare apre la mente, arricchisce l’anima, rilassa l’umore e soprattutto riempie la pancia!

Ciò che adoro fare quando mi allontano dal mio lago e dai miei monti, dalla polenta uncia e dalla ”cassoeula” è andare alla ricerca di un aroma diverso, un sapore nuovo.

In modo del tutto inaspettato, un bel weekend di giugno mi ha regalato un’esperienza culinaria che da subito ho adorato.
Fusion food? Ristoranti stellati? Circuito Relais & Chateau? No, no e no.
Fate un gioco con me: immaginatevi una Genova assolata del primo pomeriggio, il porto, le onde,i gabbiani. Una bella passeggiata mano nella mano con il vostro lui (o lei). Lo sentite quel magnifico profumo che vi chiama da quella stradina stretta?
Seguitelo e vi troverete di fronte alla meravigliosa  ricchezza del cibo povero: la farinata di ceci, tipica torta salata del capoluogo ligure fatta solo con farina di ceci, acqua, sale e olio extravergine di oliva.
La tradizione richiede una cottura al forno a legna in una teglia di rame. Io propongo l’uso del classico forno statico e di una teglia antiaderente, per comodità e velocità: vi assicuro che il risultato è comunque delizioso!

Scopriamo insiemi i facili passaggi…

Ingredienti:
Acqua 900 ml
Farina di ceci 300 g
Olio extravergine di oliva 50 g + per ungere le teglie
Sale 10 g

Mettete in una terrina la farina di ceci e create la classica forma a fontana; quindi versate al centro, un po’ alla volta, l’acqua a temperatura ambiente. Mescolate il tutto per bene facendo attenzione a non formare grumi, fino ad ottenere un composto liquido e omogeneo.
Coprite con della pellicola e lasciate riposare il composto fuori dal frigo 4-5 ore, mescolandolo di tanto in tanto.
Io solitamente preparo il composto alla sera per poi cucinarla il giorno dopo.
Trascorso il tempo necessario, noterete che della schiuma in superficie: rimuovetela e mescolate.
Aggiungete al composto 50 g di olio e il sale. Amalgamate nuovamente.
Ungete una teglia di circa 35 cm di diametro con un po’ di olio e con un mestolo distribuitevi il composto di ceci.
Infornate in forno statico preriscaldato a 250° e fate cuocere nella parte bassa del forno, a contatto con il fondo, per i primi 10 minuti -se utilizzate il forno ventilato tenetela solo 7-8 minuti alla temperatura di 220° e poi proseguite normalmente. Trascorso questo tempo spostate la teglia nella parte centrale del forno e lasciate cuocere ancora 15-20 minuti secondo il vostro forno, finché la farinata assume un bel color nocciola dorato. Sfornate la farinata e gustatela ben calda, spolverandola con pepe a piacere.
A me piace aggiungere del rosmarino.